Visualizzazione post con etichetta Cronaca. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Cronaca. Mostra tutti i post

lunedì 22 febbraio 2021

Birmania: "L'Ue trova un'intesa politica per le sanzioni relative al colpo di stato"

(Ansa)

"In risposta al colpo di stato militare in Birmania, l'Unione Europea è pronta ad adottare misure restrittive nei confronti dei diretti responsabili" si legge nelle conclusioni adottate dal consiglio Esteri Ue.

"L'Unione europea cercherà di evitare misure che potrebbero avere ripercussioni negative sulla popolazione della Birmania, soprattutto sui più vulnerabili. Il Consiglio invita l'Alto rappresentante e la Commissione europea a sviluppare proposte adeguate al riguardo" si legge ancora nel documento.

sabato 20 febbraio 2021

Indonesia: le piogge torrenziali stanno paralizzando Jakarta

(Ansa)

In Indonesia le piogge torrenziali che si sono abbattute stanno paralizzando Jakarta. Interi quartieri della capitale e molte strade principali si sono allagati nella notte, costringendo oltre 1.300 residenti ad evacuare in rifugi temporanei.

In alcune parti della città il livello dell'acqua è arrivato tra 1,2 e 2,7 metri. I soccorritori sono impegnati soprattutto per aiutare anziani e bambini bloccati in casa nei quartieri sud-orientali. Anche le auto sono state sommerse. Finora non sono state segnalate vittime.

domenica 14 febbraio 2021

Birmania: la giunta militare ha sospeso le tutele sugli arresti

(Ansa)

In Birmania la giunta militare, che da due settimane ha preso il potere, ha ordinato l'arresto dei leader della protesta, che da otto giorni sfida i golpisti nelle piazze. L'ordine, scrivono alcuni media, fra cui il Guardian, è dello stesso capo dei militari, gen. Min Aung Hlaing, che ha ordinato la sospensione della legge che garantisce i cittadini da arresti, perquisizioni e detenzioni arbitrari da parte delle forze di sicurezza senza il mandato di un giudice, introdotta quando fu insediato il governo di transizione democratica nel 2011 dopo quasi 40 anni di dittatura militare.

La giunta in una nota fa sapere che nella lista delle persone da arrestare ci sono almeno sette personaggi di alto rango che si oppongono pubblicamente al governo militare sui social, minacciando anche chiunque dia loro rifugio.
La nuova legge a cui gli ordini di arresto farebbero riferimento prevede fino a due anni di detenzione senza processo per gli autori di commenti che possano "minacciare la tranquillità".

domenica 24 gennaio 2021

Cina: sono stati tratti in salvo 11 minatori

(Ansa)

In Cina sono 11 i minatori tratti in salvo dopo aver trascorso due settimane a 600 metri sottoterra. A dichiararlo i media statali cinesi citati dalla Cnn. 

Il primo operaio è stato soccorso dalla miniera d'oro di Hushan, nella provincia di Shandong, attorno alle 11.03 ora locale (le 6 di mattina in Italia), gli altri 10 un'ora dopo ma da un'uscita diversa. Uno di questi è ferito, ma non si sa se sia in gravi condizioni. Ci sono altri 11 minatori bloccati nella miniera, ma di loro non si sono avute più notizie dal giorno dell'esplosione il 10 gennaio. Uno è morto nei giorni scorsi per le ferite riportate durante il crollo.

sabato 23 gennaio 2021

Giappone: primo aumento dei suicidi negli ultimi 11 anni

(Ansa)

In Giappone vi è un primo aumento dei suicidi negli ultimi 11 anni, con i casi che continuano a riguardare maggiormente le donne e le persone più giovani, in un contesto di crescente incertezza, determinata dalla pandemia del coronavirus. In base ai dati preliminari della Agenzia nazionale di polizia (Npa), nell'intero 2020 il numero di persone che si sono tolte la vita è cresciuto del 3,7% a 20.919: si tratta del primo incremento dal 2009, quando l'economia venne travolta dalla crisi finanziaria, provocando un alto numero di casi di bancarotta e una perdita notevole di posti di lavoro.

Nel dettaglio, i numeri più recenti evidenziano un calo dei suicidi dell'1% tra gli uomini - che comunque rappresentano di gran lunga il campione più elevato a quota 13.943, mentre si registra un'impennata del 14,5% tra le donne, a 6.976, la cifra più alta degli ultimi 5 anni.
Ancora una volta sono l'insicurezza sul lavoro, maggiori oneri nella cura dei figli, e i disagi causati dalla forzata coabitazione familiare che, in tempi di pandemia, dicono gli esperti, aumentano il livello di stress per le donne in misura più grande rispetto agli uomini. Preoccupa anche il dato tra gli studenti, con 440 casi, un livello record che supera il precedente massimo del 2009.

domenica 17 gennaio 2021

Pakistan: evacuato il corpo dell'alpinista spagnolo Sergio Mingote Moreno deceduto sul K2

(Ansa)

In Pakistan, il corpo dell'alpinista spagnolo Sergio Mingote Moreno, deceduto sul K2, è stato trasportato nella cittadina di Skardu dalle autorità pachistane.

Mingote Moreno è morto per le ferite riportate precipitando in un crepaccio durante il ritorno dal Campo 1 al Campo Base della seconda vetta del mondo, conquistata nella prima invernale da un team di sherpa nepalesi.

sabato 16 gennaio 2021

Indonesia: sono almeno 15mila gli sfollati dopo il sisma

(Ansa)

In Indonesia sono almeno 15 mila gli sfollati dopo il sisma che in questi giorni ha colpito l'isola indonesiana di Sulawesi. A riportarlo la National Disaster Mitigation Agency (Bnpb) in un comunicato citato dall'agenzia Antara.

Gli sfollati, si legge nella nota, sono stati ospitati in dieci campi nel distretto di Majene e in altri cinque nel distretto di Mamuju.

venerdì 25 dicembre 2020

Filippine: registrata una scossa di terremoto di magnitudo 6.4

(Ansa)

Nelle Filippine, una scossa di terremoto di magnitudo 6.4 è stata registrata alle 7:43 ora locale (00:43 in Italia) in mare vicino la costa dell'isola di Luzon. Secondo i dati dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a circa 150 km di profondità ed epicentro a 2 km dalla cittadina di Calatagan.

Al momento non si segnalano danni a persone o cose. Testimoni hanno riferito tuttavia che gli edifici hanno tremato anche nella capitale Manila e che molte messe natalizie sono state interrotte.

domenica 20 dicembre 2020

Filippine: almeno due persone risultano morte nell'impatto di una tempesta

(Ansa)

Nelle Filippine almeno due persone risultano morte nell'impatto di una tempesta, dove centinaia di persone (un bilancio del tutto provvisorio parla di almeno 290) hanno visto le proprie abitazioni distrutte da frane o smottamenti di fango o allagate in un villaggio dell'isoletta di Lapu-Lapu, parte della provincia centrale di Cebu, la prima dell'arcipelago del Sud-est asiatico a essere colpita. Ad azzardare il bilancio è lo stesso sindaco di Lapu-Lapu, Junard Chan.

Le uniche due vittime finora accertate sono due anziane donne, travolte dal fango in piena notte nel villaggio di Mahaplag, nella vicina provincia di Leyte, dove un bambino è stato invece estratto vivo. Nella provincia di Mindanao, dove l'acqua ha invaso almeno 13 villaggi, circa 1.500 persone hanno evacuato le loro case come misura precauzionale.

mercoledì 28 ottobre 2020

Pakistan: 8 morti e 112 feriti nell'attentato contro una scuola coranica a Peshawar

(Ansa)

In Pakistan è salito a 8 morti e 112 feriti, tra studenti e insegnanti, il bilancio dell'attentato contro una scuola coranica a Peshawar, nel nordest.

"Un altro ferito nell'esplosione è morto, portando il bilancio delle vittime a 8" ha dichiarato il portavoce del Lady Ready Hospital di Peshawar, Muhammad Asim.

venerdì 23 ottobre 2020

Thailandia: revocato lo stato di emergenza dopo i giorni di proteste

(Ansa)

Notizie dalla Thailandia: è stato revocato lo stato di emergenza 'rafforzato' nell'ambito del quale venivano vietati tutti gli assembramenti a sfondo politico di più di quattro persone. 

Per quel che riguarda la decisione, è stata presa dal primo ministro, Prayut Chan-O-Cha, dopo che il provvedimento non è riuscito a spezzare l'onda di proteste che ha percorso il paese per giorni con marce e manifestazioni di piazza pro-democrazia e contro la monarchia.

mercoledì 21 ottobre 2020

Thailandia: minacciata la chiusura di vari siti pro-proteste

(Ansa)

In Thailandia, con le proteste anti-governative estese ormai a varie città, la polizia ha ordinato un'indagine sulla copertura delle manifestazioni da parte di quattro organi di informazione thailandesi, considerati minacce alla sicurezza nazionale. A riportarlo i media thailandesi, specificando che l'ordine è stato firmato dal capo della polizia nazionale venerdì scorso, mentre le pubblicazioni sotto indagine sono ancora accessibili.

Per quel che riguarda i siti nel mirino delle autorità sono Voice TV, The Reporters, The Standard e Prachatai, tutti simpatizzanti del movimento di giovani che nell'ultima settimana è sceso in piazza ripetutamente per chiedere le dimissioni del generale golpista Prayuth Chan-ocha, una nuova Costituzione e una riforma del sistema monarchico. In particolare l'ultima richiesta è considerata blasfema dai conservatori.

venerdì 9 ottobre 2020

Kirghizistan: un morto e almeno 686 persone ferite negli scontri tra le forze dell'ordine e i manifestanti

(Ansa)

In Kirghizistan almeno 686 persone hanno chiesto assistenza medica a seguito di scontri tra le forze dell'ordine e i manifestanti e una persona è morta. A riferirlo il ministero della Salute Kirghiso. 

"Alle 15:00 (ora locale) del 6 ottobre 2020, un totale di 686 persone si sono rivolte alle organizzazioni sanitarie per l'assistenza medica, 521 di loro sono state dimesse dopo la somministrazione dei primi aiuti medici, mentre 164 sono state ricoverate in ospedale con vari traumi, 7 di loro sono in terapia intensiva. Una persona è morta" ha dichiarato su Facebook il ministero.

martedì 6 ottobre 2020

Iran: si lavora per un cessate il fuoco tra Armenia e Azerbaigian in Nagorno-Karabakh

(Ansa)

Novità in Iran: si sta lavorando per cercare di raggiungere un cessate il fuoco tra Armenia e Azerbaigian in Nagorno-Karabakh. A dichiararlo il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Saeed Khatibzadeh, sottolineando che nelle scorse ore la questione è stata affrontata in una telefonata del capo della diplomazia iraniana Mohammad Javad Zarif con l'omologo russo Serghiei Lavrov. 

Inoltre, la Repubblica islamica è in stretto contatto con le parti belligeranti e monitora attentamente gli sviluppi ai suoi confini.

lunedì 5 ottobre 2020

India: sono oltre 100mila le persone ufficialmente morte per il coronavirus

(Ansa)

In India sono oltre 100mila le persone ufficialmente morte per il coronavirus, che ne fanno il terzo Paese al mondo per numero di decessi dopo Stati Uniti e Brasile.

Secondo i dati del ministero della Salute di New Delhi, le vittime sono ammontano oggi a 100.842 le vittime, i contagiati totali 6,47milioni dei contagi. 




domenica 4 ottobre 2020

Egitto: Ottobre è la Grande Vittoria


di LAMIAA MAHMOUD. L'Egitto e gli egiziani celebrano il 47° anniversario della gloriosa guerra di ottobre, la Guerra d'Ottobre rimarrà una lezione crudele per il nemico sionista, che gli ha causato una ferita profonda che ancora sanguina nel cuore degli israeliani fino ad ora, e la sconfitta del mito dell'esercito invincibile.

Ottobre è il mese dei campionati, dell'onore e della dignità, dove i figli dell'esercito egiziano hanno presentato le più belle e grandi storie di redenzione, sacrificio ed eroismo che vengono ancora insegnate nelle più grandi accademie militari all'estero. 
L'esercito egiziano sarà sempre una spina nel fianco dei nostri nemici e per chiunque pensi di poter minare la sicurezza nazionale egiziana.
In occasione delle celebrazioni del 6 ottobre, il gruppo di 73 storici ed un'istituzione culturale composta da un segmento di giovani civili entusiasti per la sua militare e con il suo, il maestro Ahmed Zayed, (Fondatore del gruppo 73 Storici) presenta un film 3D sugli eroi del fulmine egiziano tra passato e presente (com'era la notte ieri) il film si chiama (AlRafai Mansi) che racconta i tornei di un eroe che si chiama Irahim Al Rifai, era il comandante del 39 combattente fulmine e che fu martirizzato venerdì 19 ottobre nel 1973 e un eroe si chiama Ahmed Mansi era il comandante di battaglione di 103 fulmine di stanza nella città di Arish nel Sinai settentrionale, che fu martirizzato anche il 7 luglio nel 2017 cioè, une generazione offre una generazione.

mercoledì 30 settembre 2020

Azerbaigian: intensi combattimenti tra le forze azere e i separatisti armeni del Nagorno-Karabakh

(Ansa)

In Azerbaigian, in questi giorni, ci sono stati intensi combattimenti tra le forze azere e i separatisti armeni del Nagorno-Karabakh, i quali sono proseguiti lungo l'intero fronte. A riferirlo la Tass.

Secondo l'Azerbagian, le forze armene avrebbero tentato di "riprendere le posizioni perdute" con azioni militari nelle direzioni di Fizuli-Jabrailsky e Agder-Tertersky ma sarebbero state respinte dalle truppe azere.

sabato 19 settembre 2020

Cina: avviate manovre militari vicino allo Stretto di Taiwan

(Ansa)

In Cina sono stati avviate, in questi giorni, manovre militari vicino allo Stretto di Taiwan in una mossa che ha detto essere diretta a "proteggere la sovranità" di Pechino, mentre un alto esponente del Dipartimento di Stato americano è in visita nell'isola, che la Repubblica popolare considera una provincia ribelle. A dichiararlo la Bbc online.

Si tratta di esercitazioni "legittime e necessarie" per la Cina continentale "per proteggere la propria sovranità e integrità", ha affermato il portavoce del ministero della Difesa di Pechino, Ren Guoqiang, commentando l'iniziativa, che ha luogo mentre continuano ad aumentare le tensioni tra gli Usa e la Cina.

sabato 12 settembre 2020

India: registrati 96551 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore

(Ansa)

In India sono stati registrati 96.551 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore: si tratta di un altro record giornaliero, che porta il bilancio complessivo dei contagi a quota 4.562.414. A renderlo noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta il Guardian.

Allo stesso tempo, sono stati segnalati ulteriori 1.209 morti, per un totale di 76.271 vittime dall'inizio della pandemia.

venerdì 11 settembre 2020

India: precipitazioni da record nel mese di agosto 2020

(Ansa)

In India, ad agosto, vi sono state precipitazioni record, pari al 27% in più rispetto alla media "abituale" del mese: si tratta livello più alto degli ultimi 44 anni. Il Dipartimento meteorologico nazionale (IMD) ha reso noto che il mese scorso le precipitazioni hanno toccato i 32,7 cm, rispetto ai 34, 8 cm dell'agosto 1976.

Per quel che riguarda gli Stati più colpiti dalle piogge sono Rajasthan, Gujarat, Maharashtra, Karnataka, Kerala, Telangana e Chhattisgarh Odisha. I funzionari dell'IMD attribuiscono questo fenomeno anomalo al cambiamento climatico che, negli ultimi anni, sta incidendo con forza sull'andamento dei monsoni nel Paese.