Visualizzazione post con etichetta Italia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Italia. Mostra tutti i post

sabato 29 febbraio 2020

Oms. Ghebreyesus: "Il coronavirus ha un potenziale pandemico"

Foto Ansa
"Questo virus ha un potenziale pandemico" ha dichiarato il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus "La diffusione in Iran, Italia e Corea del Sud ci mostra di cosa è capace il virus. Però, può essere contenuto: è il messaggio che arriva dalla Cina".

mercoledì 26 febbraio 2020

Oms. Ghebreyesus: "Dobbiamo fare ogni cosa possibile per prepararci ad una potenziale pandemia"

Foto Ansa
"Siamo profondamente preoccupati per l'improvviso aumento dei casi in Italia, Iran e Corea del Sud" ha dichiarato il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel suo briefing sul coronavirus "Al momento fuori dalla Cina ci sono 2074 casi in 28 Paesi e 23 morti. Tutti i paesi devono mettere al primo posto la tutela degli operatori sanitari. E le comunità devono proteggere le fasce più deboli, i più anziani e i soggetti con condizioni sanitarie pregresse. Dobbiamo contrarci sul contenimento e allo stesso tempo fare ogni cosa possibile per prepararci ad una potenziale pandemia. Ogni Paese deve fare le sue valutazioni a seconda del proprio contesto. Anche noi lo faremo, monitorando 24 ore la situazione. C'è necessità di misure cautelative, ma non di paura".

sabato 15 febbraio 2020

Cina. Mattarella: "L'Italia esprime fiducia e sostegno alla Cina nell'emergenza contro l'epidemia"

Foto Ansa
"Ricorrono i 50 anni delle relazioni diplomatiche tra la Repubblica popolare cinese e quella italiana" ha dichiarato il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella "Relazioni che sono improntate a sincera cooperazione per il comune interesse. L'Italia esprime fiducia e sostegno alla Cina nell'emergenza contro l'epidemia e nell'impegno per assicurare la sicurezza sanitaria internazionale".

sabato 14 dicembre 2019

I drink Made in Italy della barese Barproject protagonisti al luxury wedding in Bangladesh

Drink sartoriali Made in Italy per un matrimonio da favola in Bangladesh, fra giardini fioriti, luminarie in stile Bollywood, concerti, animazione, cene e tanto sfarzo. È il catering internazionale realizzato il 6 e 7 dicembre a Chittagong, città nel sud del Paese asiatico, dalla barese Barproject Academy. La società fondata da Claudio Lepore specializzata in formazione, consulenza ed eventi nel mondo del beverage e dell’hospitality è stata scelta dai due facoltosi sposi, la bengalese Sherfehnaz Khan e lo svizzero Julian Weber, per il ricevimento delle loro nozze. Lei deputy managing director della AKS Khan Holdings, un impero finanziario bengalese, lui delegato dei board di Selise, gruppo svizzero specializzato nella creazione di software con sedi anche in Bangladesh a Dubai e nel Buthan, i due rampolli hanno dato vita a un ricevimento in grande stile: un luxury wedding milionario con un programma di quattro eventi in due giorni e più di 600 invitati da tutto il mondo. 
In varie location allestite in stile tradizionale a Batali Hills, la collina privata della famiglia Khan, i mixologist di Barproject hanno curato quattro bar italiani con altrettante drink list tematiche, una per ogni evento. In totale 31 proposte, studiate apposta nei quattro mesi precedenti, che hanno miscelato lo stile italiano ai sapori speziati del Bangladesh. Sono nati così elaborati drink a base di gur ka sharbat, masala chai, mango, lassi e curry, presentati con spettacolari effetti di fuoco e fumo e con guarnizioni coerenti con il tema dell’evento. Il catering è stato realizzato da uno staff di 7 persone, tutti baresi: il fondatore e manager di Barproject Claudio Lepore, il supervisor e consulente per l’estero Antonio De Bari, il consulente per l’immagine e la comunicazione Alessandro Di Pierro, il mixologist e trainer di BP Academy Andrea Peconio, autore delle drink list, e dai bartender e trainer Valentina Modugno, Rosanna Pelagio e Sabino Settanni. Un servizio che ha stupito gli invitati e portato un pezzo di tradizione italiana della miscelazione in Bangladesh, in un matrimonio caratterizzato da altre due presenze del Bel Paese: il dj Carmine Sorrentino, resident al Jimmy’z di Monte Carlo, e gli spettacoli con costumi animali della toscana Huma Show Entertainment. Un tributo all’Italia è arrivato inoltre dall’esecuzione di brani lirici sul palco e dalle animazioni di trampolieri con maschere di Pulcinella.
La missione in Bangladesh di Barproject Academy ha avuto un prosieguo anche il giorno successivo, l’8 dicembre, con una consulenza all’International Club di Dacca. Lo staff di BP ha tenuto una masterclass ai bartender bengalesi sui nuovi trend della miscelazione internazionale, con un focus sullo stile italiano. Una giornata conclusa con una visita all’Ambasciata italiana, nel quartiere diplomatico della capitale.

venerdì 13 dicembre 2019

Di Maio: "Le imprese italiane vedono l'Asia come la regione principale per le prospettive di investimento"

Foto Ansa
"Le imprese italiane vedono l'Asia centrale come la regione principale per le prospettive di investimento del prossimo biennio" ha dichiarato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio aprendo la conferenza internazionale Italia-Asia centrale alla Farnesina, organizzata insieme con l'Ispi, a cui partecipano i rappresentanti di Kazakhstan, Turkmenistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Tajkistan, istituzioni finanziarie e imprese "I rapporti economici sono la spina dorsale dei nostri rapporti. L'interscambio con i paesi della regione nel 2018 è cresciuto del 25% e del 28% nei primi 9 mesi di quest'anno. Attraverso l'Asia Centrale passano e dovranno svilupparsi le principali infrastrutture per la comunicazione e gli scambi est-ovest e l'Italia è pronta a dare il contributo per favorire l'integrazione della regione con gli estremi della nuova Via della Seta".

mercoledì 11 dicembre 2019

La Puglia lungo la nuova via della seta

Martedì 10 dicembre si è svolta presso il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci a Milano, la quattordicesima edizione dei China Awards, speciale kermesse che ogni anno assegna un riconoscimento alle aziende ed alle personalità italiane e cinesi che meglio hanno colto le opportunità di interscambio tra i due Paesi. Obiettivo dell’evento è quello di comunicare l’importanza che l’internazionalizzazione riveste per le imprese e i benefici che derivano dai flussi di persone, idee, beni e servizi tra Italia e Cina.
L'evento, organizzato dalla Fondazione Italia Cina e Class Editori in partnership con la Camera di Commercio Italiana in Cina, nelle varie edizioni, ha goduto del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dell’Ambiente e del Ministero dello Sviluppo Economico.
Nell’ambito dei China Awards 2019, a REGIONE PUGLIA è stato conferito da Industrial and Commercial Bank of China (ICBC), sponsor dell’evento, il Premio Speciale "China International Import Expo 2019".
Dal 5 al 10 novembre 2019 la Puglia è stata l’unica regione italiana a partecipare alla II edizione della "China International Import Expo Expo", manifestazione fieristica promossa dal Ministero del Commercio cinese e dalla Municipalità di Shanghai dedicata esclusivamente all'importazione di prodotti e servizi. L’importante manifestazione, la più grande al mondo, ha visto il coinvolgimento diretto del Presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping, che ha partecipato alla giornata inaugurale e ha visitato lo stand istituzionale Italia. 
Per l’Italia ed, in particolare, per la Puglia, il progetto della "Nuova Via della Seta" e la transizione dell’economia cinese verso la New Normal Economy, ossia un modello economico caratterizzato dall’incremento dei consumi interni e dalla domanda di beni di qualità, rappresentano infatti un’opportunità che si è inteso cogliere, anche mediante questo intervento.
Statistiche raccolte durante la CIIE hanno indicato come siano stati siglati preaccordi commerciali per un totale stimato di 71,11 miliardi finalizzati all’acquisto di beni e servizi, con un aumento del 23% rispetto allo scorso anno. 
A mezzogiorno del 10 novembre, ultimo giorno di manifestazione, la mostra ha registrato oltre 910 mila visitatori provenienti da 181 Paesi, regioni e organizzazioni internazionali. Tra questi sono stati oltre 500 mila i visitatori e i buyers professionali, dei quali oltre 7000 provenienti dall’estero. 
Alla CIIE hanno partecipato 64 nazioni e tre organizzazioni internazionali: l'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), l'Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO) e l'International Trade Center (ITC). 
Sono state oltre 3.800 le società internazionali che hanno esposto all’Expo di Shanghai presentando almeno 391 novità mondiali e prodotti tecnologici in diversi settori. 
La Regione Puglia, con il supporto di ARTI e la partnership di Puglia promozione, è stata presente alla kermesse con uno stand di ben 144 mq all’interno dell’Enterprise Stand "Quality of Life" (area luxury), con ben 28 aziende regionali che hanno rappresentato l’eccellenza italiana nei settori food, fashion e design: Oropan, Riscossa, Tiberino, Perché ci Credo, Bio-Orto, Rosso Gargano, Oilalà, Caricato, Polvanera, Nicchia, Spagnoletti -Zeuli, Az. Agricola Di Martino-Schinosa, Winecanto, Produttori Vini di Manduria, Merak Spirits & Drinks srl, PDT Laboratori Cosmetici, Natuzzi, Rossorame, Enrico Stella, il Gruppo Ve.An con il marchio Alessandro dell’Acqua e GST con i brand Havana &Co e Angelo Toma, T&T Tardia, Carbotti e il Gruppo Gimel.
All’interno della "Casa Puglia", i visitatori hanno potuto fare un viaggio immersivo sensoriale alla scoperta della Puglia, emblema di bellezza senza tempo, di benessere psico-fisico, caratterizzata da un patrimonio artistico culturale millenario e da una ricchissima e diversificata offerta enogastronomica tipica della dieta mediterranea. Unicità, qualità, sartorialità, stile e benessere ma anche innovazione, ricerca, etica e valorizzazione del territorio.   
Ospiti speciali della cerimonia di premiazione dei China Awards 2019 il Prof. Romano Prodi, il Presidente Alberto Bombassei e l’Ambasciatore cinese Li Junhua. La premiazione è stata seguita da un Charity Dinner a favore di Ai.Bi – Associazione Amici dei Bambini, un’organizzazione non governativa che si occupa di adozioni internazionali, anche dalla Cina, dove è presente con la Casa di accoglienza Vittorino Colombo a Xi’an per bambini abbandonati. 

lunedì 9 dicembre 2019

India. Jaishankar: "Ottimi i rapporti con l'Italia: vogliamo implementare le relazioni"

Foto Ansa
"I rapporti con l'Italia sono ottimi e vogliamo implementare ulteriormente le nostre relazioni" ha dichiarato il ministro degli Esteri indiano, Subrahmanyam Jaishankar, incontrando a Roma alcuni giornalisti a margine dei Med Dialogues "Vogliamo collaborare con l'Italia in campi quali le tecnologie e le rinnovabili, settori in cui il Paese può aiutarci con le sue capacità e know how. Ma anche nel turismo che può fare la differenza".

sabato 9 novembre 2019

Unione di intenti tra Oropan e i buyer cinesi alla CIIE di Shanghai

In Cina si mangerà sempre più pane di Altamura. Sono state, infatti, siglate due dichiarazioni di intenti tra la Oropan S.p.A., ambasciatrice del Made in Italy e della Puglia, e alcune delle più importanti realtà della grande distribuzione cinese che potrebbero presto aprire le porte di migliaia di punti vendita ai prodotti da forno dell’azienda di Altamura. 
Presenti dal 5 novembre a Shanghai alla China International Import Expo, la kermesse internazionale dedicata all’importazione, il Direttore commerciale Francesco Forte con l’Export Manager Vincenzo Ragone raccontano, con entusiasmo, un altro traguardo raggiunto dalla Oropan Spa di Altamura, che entra ufficialmente nella rosa delle PMI operanti nel settore enogastronomico più amate e rappresentative del Sud Italia sul mercato asiatico.
Di un’Italia che viaggia ancora a due velocità rispetto al Nord, come confermato dall’ultima fotografia del Rapporto Svimez, i prodotti da forno e il pane di Altamura di Oropan rappresentano una sfida stimolante per il target orientale, che si allinea con gli ultimi dati relativi all’Export Puglia-Cina. Risulta infatti che nel 2018 le esportazioni abbiano registrato un aumento del 170% e che i flussi turistici dalla Cina verso la nostra regione siano cresciuti del 18% in più negli ultimi anni.
I prodotti presentati dalla Oropan si sono rivelati in linea con le richieste del mercato cinese sempre più esigente e alla ricerca di elementi gastronomici premium, caratterizzati da elevata qualità e rappresentativi di una storia e di un territorio, tutti ampiamente rintracciabili nel pane di Altamura e in tutti i prodotti della Oropan a marchio Forte. Una missione che si situa non solo nel solco della promozione del Made in Italy nel mondo, ma che puntella i valori e tutta la filiera che sottendono ai principi della dieta mediterranea, modello riconosciuto nel 2010 dall’Unesco. 
Oropan si posiziona difatti su un mercato attento ai fabbisogni dei suoi clienti e dei potenziali buyer facendosi promotore della sana e corretta alimentazione attraverso la sua mission e gli asset strategici che privilegiano anche le linee di prodotto salutistiche e funzionali.    
L’evento di Shanghai, che si concluderà sabato 10 novembre, rientra nell’ambito della strategia di global branding della Regione Puglia che ha allestito uno stand istituzionale concepito come una "Casa Puglia", al cui interno sono presenti le realtà più significative del patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico della regione.

giovedì 7 novembre 2019

La Habana a 360 gradi premiata al Tourism Expo Japan 2019: l'installazione opera dell’italiano Giuseppe Galliano

Lo stand dell‘Ambasciata di Cuba in Giappone ha vinto il "Booth Gran Prix", un premio organizzato dalla JATA, l'Associazione del Turismo del Giappone. Il riconoscimento è stato assegnato durante il Tourism Expo Japan 2019 ad Osaka (JATA Osaka 2019), ed è consegnato dal Presidente Hiromi Tagawa, a Maylem Rivero, consigliere economico commerciale dell'Ambasciata di Cuba in Giappone.
Il concorso premia il concept migliore, sulla base del voto di una giuria composta da rappresentanti dell'organizzazione, del pubblico e degli espositori.
Le motivazioni dell’assegnazione l’aver coinvolto i visitatori grazie a un video in realtà virtuale VR, per aver messo a disposizione il frontale di un almendron (la classica vettura cubana degli anni 50) in cui il pubblico poteva fare dei selfie e condividere sui social la visita, per le degustazioni di Caffè e Rhum e per l'immancabile "Alegria" che non è mai mancata.
Nello stand del Ministero del Turismo Cubano (B001 posto nell'area dedicata ai Caraibi e all'America Latina) sono state allestite tre postazioni per la fruizione di video immersivi VR, realizzati in occasione delle celebrazioni dei 500 anni dell'Habana (1519 – 2019).
L'evento in Giappone è una delle più grandi manifestazioni dedicate al turismo mondiale, ed è considerato un punto di riferimento per attrarre visitatori provenienti dall'estremo oriente verso le destinazioni di tutto il mondo.
L'Ambasciata di Cuba in Giappone ha scelto di dotare il proprio stand di apparati dedicati alla visione a 360 gradi VR anche per via della particolare propensione all'impiego di tecnologia immersiva da parte del pubblico giapponese.
Il materiale verrà  poi reso disponibile per gli eventi in occasione del prossimo cinquecentenario dell' Habana.
La produzione dei video a 360 gradi Vr è stata curata dall’italiano Giuseppe Galliano Studio, (www.giuseppegalliano.it) che ha registrato per questo evento una nuova serie di video immersivi nella capitale Cubana. Una produzione che è stata seguita personalmente anche da Mauricio Nunez, uno dei più noti registi della Televisione Cubana.
L'allestimento dell'apparato tecnologico è stato curato inoltre da Latinoamericando Nihon, una struttura con base a Tokio che si occupa di promuovere il turismo dall'Oriente verso l'America Latina e che, nella stessa manifestazione, seguiva anche gli stand di Bolivia e Repubblica Dominicana.
I contatti tra le tre strutture, solo apparentemente lontane da un punto di vista geografico, ma unite nell'intento promozionale, sono iniziati a seguito del rilascio della piattaforma Habana@360 (www.habana-360.com).
Un sistema che raccoglie più di 140 video immersivi diversi, tutti girati a 360 gradi Vr che consentono una visita virtuale in tutta la capitale cubana, ora a piedi, ora in auto, ora in almendron, per raggiungere i punti più noti e quelli più nascosti.
Nei tre video 360 Vr che sono stati presentati al Tourism Expo Japan 2019 sono stati inserite le zone più note come Malecon, Capitolio, Gran Teatro dell'Habana, Parque Central, Plaza de la Catedral, Plaza de Armas, Hotel Nacional, Malecon, Plaza Vieja, Plaza de San Francisco, Obispo, El Cristo, Castillo del Morro, Plaza de la Revolucion.
Oltre quelle più metropolitane, come Estadio Latino Americano, Avenida 23, Cine Yara e Copelia. I nuovi hotel appena inaugurati Grand Hotel Manzana, Hotel Packard, Hotel Paseo del Prado. I luoghi degli artisti plastici, Callejon de Hamel e Casa Fuster. E i luoghi di Hemingway, la Finca Vigia e la Marina.
Si tratta di una fruizione coinvolgente perché permette allo spettatore di calarsi virtualmente nella capitale cubana, indossando i visori a disposizione nello stand con i quali basta ruotare il capo per interagire con l'ambiente circostante. Oppure attraverso i dispositivi mobili, tablet o cellulari (con e senza cardboard), e dove l'esperienza è interattiva perché si sfruttano i movimenti dello smartphone.
La scelta dell'Ambasciata di Cuba in Giappone mostra come risulti interessante e premiante servirsi dei filmati immersivi durante gli eventi fieristici. Un approccio permette di attrarre un numero elevato di visitatori e di poter interagire con loro quando vengono indossati i device. Prova ne è poi l'impiego dei medesimi contributi virtuali sui canali social, quali YouTube e Facebook.

martedì 5 novembre 2019

Di Maio: "Sulle tensioni economiche tra Usa e Cina auspichiamo un accordo per abbassare le tensioni"

Foto Ansa
"Sulle tensioni economiche tra Usa e Cina, noi auspichiamo che il prima possibile ci possa essere un accordo perché serve ad abbassare le tensioni: l'Italia è un Paese esportatore. Ha 40 miliardi di made in Italy" ha dichiarato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in missione a Shanghai "L'export può ambire a crescere ancora di più, ma le tensioni commerciali tra Usa e Cina non aiutano i mercati internazionali e non aiutano le nostre imprese. Il made in Italy è promozione turistica e viceversa: la promozione turistica è promozione del made in Italy. Ci lavoreremo per tutto il 2020 perché è l'anno in cui ci sarà la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L'Italia ha chiuso con la Cina accordi che erano fermi da tempo, penso all'agro-alimentare e abbiamo messo mano a nuovi accordi che saranno chiusi tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020 per esportare nuovi prodotti".

martedì 17 settembre 2019

Giappone: dall'1 all'8 ottobre il tour de "Le scimmie sulla Luna"

Da martedì 1 a martedì 8 ottobre il viaggio de Le Scimmie Sulla Luna approda in Giappone. Nel tour, promosso da CoolClub e sostenuto da PugliaSounds Export, la band, che propone un riuscito equilibrio tra ritmiche serrate e groove che si estendono dal math al post-rock, passando per il funk, presenterà i brani strumentali dell’album "Terra!", prodotto da Paolo Del Vitto per l'etichetta salentina La Rivolta Records. Cristiano Metrangolo (chitarra), Stefano Greco (basso), Jory Stifani (chitarre/synth) e Luca Greco (batteria) porteranno il suo sound "spaziale" a Nagoya (Club Upset - martedì 1 ottobre), Osaka ( Music Bar Hokage - mercoledì 2), Nara (Livehouse Nara Neverland - giovedì 3), Kyoto (Socrates - venerdì 4), Yasu (Bari-Hari - sabato 5) e Tokyo (Antiknock - martedì 8).
"Terra!" è, infatti, l'urlo di un equipaggio di scimmie appena sbarcate con un'astronave sulla luna, dove vagheranno per esplorare crateri e mari (come i titoli dei pezzi che compongono l'album). Da questa immagine nasce il primo album de Le Scimmie sulla Luna, prodotto da La Rivolta Records con il sostegno di Puglia Sounds Record. La band leccese, che nasce dalle ceneri dei Teenage Riot, ha realizzato un album strumentale dal sapore internazionale e sperimentale. Chitarre ipnotiche che sembrano mutare in sintetizzatori, passando da riff freschi e melodici a contorsioni effettistiche sperimentali tra delay e synth. L'obiettivo de Le Scimmie è quello di cercare un punto di contatto tra generi e approcci musicali differenti, enfatizzando e al tempo stesso superando la dicotomia tra ciò che è rock e ciò che non lo è. Per la rivista Blow Up propongono "arpeggi delicati alla Steve Hackett a citazioni dell’indie rock tipo Arcade Fire, a sviluppi praticamente jazz-rock". L’album, dopo un anno di scrittura e stesura dei brani, è stato realizzato e prodotto da Paolo Del Vitto presso gli studi dei "Laboratori Musicali" di Trepuzzi, in provincia di Lecce.
La Rivolta Records è un insieme di nuovi suoni, nuovi rumori. Le Rivolte portano novità e cambiamento, a volte non portano nulla ma fanno gran rumore. Lontano da profonde analisi di mercato, in un periodo di crisi in cui anche le  le grandi major internazionali riscontrano difficoltà nel mondo della discografia, intraprendere e avviare un’avventura discografica per La Rivolta Records non è una scelta avventata, è una scelta sovversiva, un atto di rivoluzione.  
La Rivolta Records segue le sue produzioni dal nascere, dalla pre-produzione, alla direzione artistica, al management. È il centro di svariate professionalità, infatti coinvolge nei propri progetti fotografi, grafici, registi locali e nazionali con cui coltivano, creano e danno vita all’arte e all’immagine di ogni artista. "Un disco per noi non è un prodotto da lanciare sul mercato ma è un’espressione artistica da diffondere, un’idea da comunicare, un’occasione per confrontarci". Questo è il manifesto e l’animo con cui scelgono di accogliere e curare la loro musica.

venerdì 9 agosto 2019

Mogherini: "E' importante evitare un'escalation di tensioni in Kashmir e nella regione"

"E' importante evitare un'escalation di tensioni in Kashmir e nella regione: è dunque cruciale il dialogo tra India e Pakistan" ha dichiarato l'alto rappresentante della politica estera della Ue, Federica Mogherini, attraverso una conversazione telefonica con il ministro degli Esteri indiano, Subrahmanyam Jaishankar, e con quello pachistano, Shah Mahmood Qureshi "L'Ue sostiene una soluzione politica tra le due parti sulla questione del Kashmir, unica via per risolvere una disputa che provoca instabilità nella regione".

sabato 3 agosto 2019

Italia e Cina: a Fico Eataly World il Festival delle Lanterne

E' iniziato, in questi giorni, a FICO Eataly World, il Festival delle Lanterne, il più grande evento sulla cultura cinese mai realizzato, per la prima volta in Italia, trasformando Bologna nella capitale di un inedito incontro culturale tra Italia e Cina. 
Un’unione tra due Paesi lontani che vede come protagoniste queste opere maestose, realizzate a mano da artigiani giunti direttamente dalla Cina: oltre 80 sculture e installazioni luminose, opere monumentali capaci di raggiungere anche i 20 metri di altezza. Vere e proprie opere d’arte lavorate e dipinte a mano dagli artigiani e dagli artisti locali, ispirati da leggende e miti della cultura millenaria della Cina, guideranno il visitatore in una città di luci, un viaggio nella Cina imperiale immerso in uno spettacolo dalle proporzioni gigantesche. 
All'appuntamento hanno preso parte le principali Associazioni cinesi da tutta Italia, il Consigliere culturale dell’Ambasciata Cinese a Roma Xu Rong, il Vice Console Generale Wang Huijuan e il Console Guan Haibo del Consolato Generale della Repubblica Popolare di Cina a Milano e, dalla Cina, una importante rappresentanza della Chinese People’s Association for Friendship with Foreign Countries (CPAFFC) composta dal Vicepresidente Song Jingwu, il Vice Direttore Generale del Dipartimento Europeo Lyu Hongwei, la Vice Direttrice del Dipartimento Europeo Yang Yingzi e Wang Zeyu, membro dello Staff del Dipartimento Europeo.
L’evento è organizzato in collaborazione con Open Gate China, che da anni opera per la promozione delle relazioni tra Italia e Cina.

venerdì 2 agosto 2019

Corea del Nord: l'ex ambasciatore Jo Song-gil ha lasciato l'Italia

L'ex ambasciatore della Corea del Nord a Roma sparito lo scorso anno Jo Song-gil ha lasciato l'Italia ed è sotto protezione: a dichiararlo l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, citando lo spionaggio di Seul.
Jo ha abbandonato il suo posto di incaricato d'affari nordcoreano presso l'ambasciata di Pyongyang a Roma lo scorso novembre ed è scomparso con sua moglie in quella che è sembrata essere una ricerca di asilo politico.
"Ha lasciato l'Italia ed è protetto da qualche parte" ha dichiarato Lee Eun-jae del partito di opposizione sudcoreano Liberty Korea.

venerdì 26 luglio 2019

Cantone: "La presenza degli italiani in Afghanistan resta rilevante"

"La situazione in Afghanistan resta complessa. In questi giorni ci sono stati una serie di attentati contro impiegati statali e convogli internazionali" ha dichiarato l'ambasciatore italiano in Afghanistan, Roberto Cantone, a margine della XIII conferenza degli ambasciatori e delle ambasciatrici "La presenza degli italiani in Afghanistan resta rilevante, sia perché facciamo parte della missione Nato sia per le nostre iniziative di cooperazione allo sviluppo. L'Italia continua a sostenere la pace e lo sviluppo di questo paese".

sabato 29 giugno 2019

"Tra la Cina e la Locride: nuove frontiere turistiche negli scambi culturali": incontro a Locri lunedì 1 luglio

LOCRI (RC). Lunedì 1 luglio 2019, alle ore 18, a Locri in provincia di Reggio Calabria, presso il Museo Archeologico Nazionale di Palazzo Nieddu del Rio, si terrà un interessante incontro sul tema "Tra la Cina e la Locride - Nuove frontiere turistiche negli scambi culturali".
L’iniziativa è organizzata dai Musei e Parco Archeologico Nazionale di Locri in sinergia con l’associazione  HistoriCal  per sensibilizzare il territorio a nuove collaborazioni finalizzate a far conoscere il patrimonio storico archeologico della Locride oltreoceano ed in mercati oggi molto importanti. Un impegno che vede i Musei e parco archeologico di Locri presenti e pronti a collaborare con operatori turistico-culturali e associazioni di categoria a 360°.
Interverranno all’incontro locrese: Antonella Cucciniello, direttore Polo museale della Calabria; Rossella Agostino, direttore Musei e Parco Archeologico Nazionale di Locri; Attilio Varacalli, presidente associazione HistoriCal; Giovanni Calabrese, sindaco di Locri; Nicola Irto, presidente consiglio regionale della Calabria; Cosimo Pellegrino, presidente A.L.B.; Francesco Belligerante, referente per la Cina – associazione HistoriCal; Domenico Creazzo, vicepresidente Parco Nazionale d’Aspromonte; Gianluca Colaci, Confartigianato e Mario Diano, presidente albergatori della Locride.
I Musei e il Parco Archeologico Nazionale di Locri sono afferenti al Polo museale della Calabria, guidato dalla dottoressa Antonella Cucciniello.

martedì 18 giugno 2019

Cina: parte il roadshow di Vinitaly

Un grande evento in Cina: Vinitaly apre il suo roadshow insieme all'Ice partendo da Pechino allo scopo di allargare la mappa del vino nel Dragone. Presso l'hotel Conrad, a due passi dal centrale quartiere di Sanlitun, 50 aziende hanno presentato un totale di 500 marchi avendo un programma record di 800 incontri business-to-business con importatori, buyer e distributori locali.
 "Una partenza molto buona, frutto del lavoro straordinario di Vinitaly e Ice che hanno messo a fattor comune, tra l'altro, i rispettivi data base permettendo di avere questa partecipazione straordinaria" ha dichiarato il direttore generale di Veronafiere proprietario del brand Vinitaly, Giovanni Mantovani.

giovedì 6 giugno 2019

Il fascino della Torino Fashion Week conquista l’Oriente: la Cina inaugura le sfilate dal 27 giugno al 3 luglio 2019

Dal 27 giugno al 3 luglio 2019 Torino torna ad essere capitale della moda internazionale: per la quarta edizione la Torino Fashion Week guarda ad Oriente accogliendo per la prima volta la Cina, chiamata ad inaugurare la lunga settimana di sfilate che porterà in città stilisti emergenti torinesi, italiani e stranieri per presentare le proprie capsule collection sulla passerella dell’Ex Borsa Valori in via San Francesco da Paola 28. Il talento incontra l’artigianalità e l’avanguardia stilistica ed estetica, per superare ogni confine geografico e trasformarsi in linguaggio globale nell’evento, organizzato da TModa con il patrocinio della Città di Torino, che conferma ancora una volta la sua capacità di attirare e riunire sotto la Mole gli operatori del settore grazie alla collaborazione con enti locali e stranieri per offrire ai fashion designer una vetrina mondiale.

A pochi giorni dalla firma del Memorandum d’intesa che vedrà l’Italia come tappa privilegiata della nuova Via della Seta, i riflettori saranno puntati proprio sul colosso asiatico che sta rapidamente riconvertendo il proprio modello economico da pura sede di produzione a fucina di talenti creativi che ispirano le grandi griffe occidentali, ognuno interpretando a modo suo la tradizione. I marchi ChiChu, SHOSHE x Liang Dongzan, Velvet Angels, FPI x Andy Yip e Zero Gentle nel primo giorno della Torino Fashion Week saranno protagonisti del Global Project Day, promosso dal canale televisivo Global Fashion TV, dedicato a moda, lusso, arte e design.

La vocazione internazionale è il fiore all’occhiello della kermesse che rinnova il legame con l’Islamic Fashion and Design Council e la sua presidente Alia Khan: anche quest’anno ampio spazio alla rivoluzione rosa partita dal Medio Oriente, la moda "halal" o "modest fashion", che declina in chiave glamour l’abbigliamento tradizionale, valorizzando la femminilità nel rispetto dei principi del Corano. Il fascino discreto, ma al tempo stesso chic delle colorate e preziose creazioni del brand statunitense Huda Negassi incanteranno il pubblico, alternandosi sul catwalk con i tessuti naturali e materie prime di alta qualità che impreziosiranno le collezioni degli stilisti africani promossi da Seda (Small Enterprise Development Agency), la cui mission è quella di sostenere lo sviluppo delle piccole imprese del Sud Africa creando connessioni con partner internazionali.

Tra le guest star dell’edizione 2019 non mancheranno il poliedrico artista iracheno e torinese d’adozione Hussain Harba, celebre per i suoi “art object” - gioielli, borse, oggetti d’arredamento - dalle incredibili cromie e dai materiali pregiatissimi, e Giuseppe Fata, considerato il "genio dell’arte sulla testa", che nella sua carriera vanta collaborazioni eccellenti con grandi case di moda - Yves Saint Laurent, Chanel, Dior, Valentino e Fendi - e divi del cinema.

La Torino Fashion Week punta all’eccellenza ospitando in passerella fashion designer di spicco come Olesea Ionita di Amrita Kids, Paola Benedetta Cerruti di Atelier Beaumont, Marta Ippolito di Re-New Bags e la cremonese Barbara Montagnoli, ma anche a scoprire nuovi talenti in ascesa fra i diplomandi dei corsi di IED Torino in Fashion Design e in Design del Gioiello e Accessori, che in una serata dedicata – il 27 giugno – faranno sfilare in passerella le loro collezioni sul tema “New classic, new future”. Inoltre, per la prima volta Vogue Talents conferirà una special mention ai tre creativi che avranno saputo reinterpretare al meglio l’arte tessile in chiave innovativa.

Alla Torino Fashion Week il tattoo d'autore diventa couture con il talentuoso 22enne Edwin Basha, che con il suo brand //ORGVSM chiuderà la settimana di sfilate. Tra i tatuatori più richiesti della scena artistica torinese e non solo, la sua collezione che richiama disegni tribali, graffiti, rose stilizzate e maxi scritte, non è passata inosservata sui social, dove in un solo anno il suo account Instagram @realorgvsm ha raggiunto numeri da capogiro. Felpe, retro zip jeans, giacche e crop-top, ma anche accessori per lui e per lei, innovativi e contemporanei nel taglio e nell’utilizzo del tessuto, sono già un’icona per i giovanissimi e proprio l’interazione con i followers è fonte di ispirazione per Basha, che spesso coinvolge i fan nel processo creativo. Il risultato è un seducente street style che sta rapidamente facendo conoscere questo nuovo brand indipendente oltre i confini dell’Italia.

La capsule di //ORGVSM, realizzata per il palcoscenico torinese, incorporerà anche alcuni nuovi capisaldi del guardaroba maschile indossati per l’occasione da Riccardo Cotilli e Alessandro Ossola. Entrambi atleti e Bionic Model rappresentati dall’agenzia Fashion Team Model's Management, dopo aver perso un arto a causa di un incidente stradale, oggi fanno parte dell’associazione Bionic People e hanno deciso di mettersi in gioco e raccontarsi con l’obiettivo di far cambiare l’idea che molti hanno sulla disabilità, sfidando giudizi e pregiudizi.

L’estrosità stilistica sarà affiancata, ancora una volta, dall’anima business dell’appuntamento sotto la Mole, grazie alla collaborazione con Unioncamere Piemonte nell’ambito della rete Enterprise Europe Network - la più grande rete europea a supporto delle piccole e medie imprese orientate ai mercati esteri. Dal 29 giugno al 1 luglio il Palazzo della Luce sarà il palco dell’evento internazionale B2B Torino Fashion Match, una serie di incontri bilaterali e gratuiti per mettere in contatto stilisti, aziende, startup, buyer, agenti e società di e-commerce per facilitare la creazione di partnership commerciali e tecnologiche. Circular economy e sostenibilità, Digital marketing e finanziamenti per il settore moda saranno i temi esplorati nei tre giorni di incontri che vedranno tra gli ospiti anche l’ex top model di Armani e fondatrice del marchio A Coded world Bali Lawal, il movimento Fashion Revolution Italia, la curatrice della Fashion Tech Week New York Tanya James.

mercoledì 15 maggio 2019

Asia: cresce l'export dei pomodori italiani nei mercati orientali

Un prodotto "made in Italy" spicca il volo verso i mercati orientali: si tratta del pomodoro. Nel 2018, infatti, l'export di pomodoro da industria italiano è cresciuto del 4,7% verso l'Asia, dove si concentrano il 10% delle vendite all'estero di settore. 
Ad annunciarlo l'Anicav, in partenza verso la Cina, Corea del Sud e Giappone, nell'ambito del progetto Eu Red Gold Asia, per promuovere il pomodoro da industria italiano in tutte le sue forme sui mercati asiatici, confermando un trend positivo. 
"Il progetto Eu Red Gold Asia, insieme all'altro programma promozionale Eu Red Gold Usa rivolto al mercato statunitense" ha dichiarato il direttore generale di Anicav Giovanni De Angelis "nasce per sostenere le aziende associate nel percorso di valorizzazione del nostro prodotto con l'obiettivo di educare al consumo dei derivati del pomodoro ed aumentare e consolidare l'export in queste aree del mondo".

venerdì 26 aprile 2019

Pechino: la visita istituzionale del premier italiano Conte per il forum sulla Via della Seta

Visita istituzionale per il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, arrivato a Pechino per tre giorni, in occasione del secondo forum Belt and Road. Nella prima giornata il premier ha in programma un incontro con una rappresentanza della comunità italiana in Cina presso l'Ambasciata d'Italia a Pechino. Conte prenderà poi parte alla cena di benvenuto offerta dal presidente della Repubblica Popolare cinese, Xi Jinping, ai Capi di Stato e di Governo stranieri presenti alla seconda edizione del forum sulla Via della Seta.
Per quel che riguarda il presidente cinese Xi Jinping, promette standard finanziari "di alta qualità" per la nuova Via della Seta, l'ambizioso piano infrastrutturale di connessione tra Asia, Africa ed Europa, insieme alla "sostenibilità commerciale e fiscale dei progetti perché possano centrare i target": aprendo i lavori del secondo Forum della "Belt and Road Initiative", Xi, senza menzionare i dubbi espressi dall'esterno sulla "trappola del debito", ha detto inoltre di volere "una cooperazione aperta, verde e trasparente" rafforzata dalla "tolleranza zero alla corruzione".
La nuova Via della seta creerà opportunità di sviluppo anche per la Cina, mentre la Cina stessa sta aprendo ulteriormente i suoi mercati al mondo.