Visualizzazione post con etichetta India. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta India. Mostra tutti i post

giovedì 21 ottobre 2021

India e Nepal: salgono a 150 le vittime delle forti piogge

(Ansa)

In India e Nepal salgono a 150 le persone morte dopo che le forti piogge hanno provocato inondazioni improvvise, in modo particolare negli stati di Uttarakahand e Kerala e in parti del Nepal. Lo ha dichiarato la Bbc.

In Uttarakhand, il più colpito, si sono registrate almeno 52 vittime e decine di dispersi, tutte le scuole sono state chiuse e abolite le cerimonie religiose. Altre 39 persone hanno perso la vita nel Kerala e 77 in Nepal. Migliaia gli sfollati che sono stati messi in salvo, oltre 1.600 le case distrutte o danneggiate.

martedì 19 ottobre 2021

India: allerta gialla per le incessanti piogge in Kerala

(Ansa)

In India è allerta gialla in Kerala per le incessanti piogge: l'allarme arriva dal Dipartimento Meteorologico (Imd), che prevede per lo stato un peggioramento da mercoledì delle precipitazioni in 11 distretti. Le vittime delle inondazioni e gli smottamenti degli ultimi giorni sono intanto salite a 35.

Allarme rosso anche per 10 dighe dove l'acqua sta sfiorando il livello di sicurezza, compresa quella di Idukki, la più grande diga ad arco di tutta l'Asia.
Le paratie dell'invaso di Kakki sono già state aperte. Il maltempo ha anche fatto sospendere il pellegrinaggio annuale al tempio sulle colline di Sabarimala, inaugurato due giorni fa.

mercoledì 13 ottobre 2021

India: "Il G20 rinunci ai brevetti per assicurare un accesso equo ai vaccini"

(Ansa)

"L'India chiede al G20 di rinunciare ai diritti di proprietà intellettuale per motivi umanitari per assicurare un accesso equo ai vaccini e di smantellare le nuove barriere commerciali, come la differenziazione tra i diversi vaccini o i passaporti Covid ai fine di garantire la fornitura di servizi essenziali".

A dichiararlo è l'Hindustan Times citando l'intervento del ministro per il Commercio indiano Piyush Goyal al G20 di Sorrento.

lunedì 4 ottobre 2021

India: almeno 8 le vittime di violenti scontri tra contadini e polizia nell'Uttar Pradesh

(Ansa)

In India sono almeno otto le vittime di violenti scontri scoppiati ieri, nel tardo pomeriggio, tra contadini e polizia a Lakhimpur Kheri, nello Stato dell'Uttar Pradesh. I manifestanti si erano riuniti in occasione di una visita del ministro degli Interni dello Stato, Ajay Mishra e del suo sottosegretario Keshav Prasad Maurya.

Secondo le ricostruzioni dei media,il caos è scoppiato quando il convoglio su cui viaggiavano i politici è passato in mezzo alla folla: le organizzazioni dei contadini affermano che il figlio del ministro, alla guida di una delle auto, ha volutamente travolto i contadini, che cercavano di sbarrargli la strada.
Pochi minuti dopo l'incidente sono partite le violenze: numerose auto sono state date alle fiamme e 4 persone sono morte negli scontri tra manifestanti, forze dell'ordine e militanti del Bjp, il partito del ministro. La Polizia informa che il figlio di Ajay Mishra, che nega ogni responsabilità e sostiene di essere stato aggredito, è stato denunciato con altri cinque. il governatore Yogi Adityanath ha definito l'accaduto "molto triste" e ha twittato un appello alla calma: "prima di giungere a conclusioni, attendiamo i risultati dell'indagine e le decisioni dei magistrati" ha scritto.

venerdì 1 ottobre 2021

India: lanciato il numero verde per la terza età

(Ansa)

In India è stato lanciato il numero verde per la terza età: il 14567, detto Elder Line, il primo numero gratuito utilizzabile in tutto il paese sarà attivo da domani. Il governo, che lo ha presentato e finanziato, spiega di voler offrire con questo Telefono Azzurro per anziani, una piattaforma di informazioni e sostegno per i cittadini più fragili e per le persone che li affiancano.

Gli addetti che risponderanno sette giorni su sette, dalle 8 alle 20 alle chiamate sul numero facilmente memorizzabile, saranno in grado di rispondere su problemi legali, pensioni, questioni burocratiche, ma non solo: la linea offrirà consulenza psicologica e assistenza immediata, nel caso di denunce di abusi. L'iniziativa è stata finanziata da Tata Trusts e dalla fondazione del National Stock Exchange (NSE), che offrono supporto tecnico al ministero della Giustizia sociale, che ha adottato il progetto, sull'esperienza positiva di iniziative analoghe già in corso in 17 stati indiani.

lunedì 27 settembre 2021

India: migliaia di persone evacuate in vista dell'arrivo del ciclone Gulab

(Ansa)

In India decine di migliaia di persone sono state evacuate in tre stati in vista dell'arrivo del ciclone Gulab che dovrebbe colpire la costa orientale. Gulab dovrebbe atterrare tra gli stati costieri dell'Odisha e dell'Andhra Pradesh, con raffiche fino a 95 chilometri all'ora, ha annunciato il dipartimento meteorologico statale indiano.

Il sistema di tempeste dal Golfo del Bengala porterebbe "venti forti e precipitazioni estremamente intense", ha preannunciato l'ufficio meteorologico.
I funzionari dell'Odisha e dell'Andhra Pradesh hanno ordinato a decine di migliaia di persone che vivono lungo la costa di trasferirsi nei rifugi, mentre centinaia di operatori di emergenza sono stati inviati nella regione. Le autorità del Bengala occidentale, a nord dell'Odisha, hanno dichiarato oggi che, sebbene sia improbabile che Gulab colpisca direttamente lo stato, stanno ancora prendendo precauzioni.
"Finora abbiamo evacuato più di 20.000 persone nelle scuole e negli uffici governativi, che sono stati trasformati in rifugi anticicloni" ha detto Bankim Hazra, ministro di stato responsabile delle aree pianeggianti.
A maggio, più di un milione di persone sono state evacuate dalle loro case lungo la costa orientale dell'India prima che fosse colpita dal ciclone Yaas con raffiche di vento fino a 155 chilometri all'ora, equivalenti a un uragano di categoria due.

lunedì 20 settembre 2021

India: si pensa di riaprire le porte del turismo dopo un anno e mezzo

(Ansa)

In India si sta pensando di riaprire presto le sue porte al turismo, per la prima volta dopo oltre un anno e mezzo di chiusura, spinta dalle buone notizie sul declino delle cifre delle infezioni e delle morti da Covid-19, e starebbe ipotizzando i concedere visti d'ingresso gratuiti ai primi 500.000 visitatori. A dichiararlo è il Times of India, citando funzionari del ministero federale dell'Interno, secondo i quali l'annuncio ufficiale potrebbe arrivare in una decina di giorni.

Il costo per il bilancio federale dei visti gratuiti per mezzo milione di turisti stranieri (il prezzo per ogni turista è di 25 dollari per un mese o di 40 dollari per un anno con entrate multiple) è stato calcolato in un miliardo di rupie (circa 11,5 milioni di euro). Ma la riapertura darebbe una boccata d'ossigeno all'industria del turismo e alle linee aeree dopo un anno e mezzo di bonaccia, scrive il Times of India.

sabato 18 settembre 2021

India: la Nia parla di un aumento del rischio di proselitismo da parte dell'Isis

(Ansa)

In India la Nia, National Investigation Agency, la Cia indiana, ha lanciato un allarme, sostenendo che nel Paese è in aumento il rischio di proselitismo da parte dell'Isis. In una nota, riportata dal quotidiano Hindustan Times, l'agenzia rivela di avere scoperto in questo solo anno quasi 40 tentativi di attacchi terroristici ricollegabili all'Isis, il più recente a giugno.

Secondo la Nia, per questi 37 incidenti sono state arrestate 138 persone, 27 delle quali giudicate colpevoli nel corso del processo. L'agenzia invita tutti i cittadini indiani alla massima attenzione, sostenendo che i militanti del sedicente Stato islamico fanno ampio uso di social e che coinvolgono con la loro propaganda i giovani delle fasce sociali più deboli e marginali.

martedì 10 agosto 2021

India: registrati 28.204 nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore

(Ansa)

In India sono stati registrati 28.204 nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore, il numero più basso dal 16 marzo, secondo i dati del ministero della Salute citati dal Guardian.

Il numero di contagi totali ha toccato i 32 milioni, mentre le vittime sono salite a 428.682 come altre 373 persone morte nelle ultime 24 ore.

domenica 25 luglio 2021

India: salgono a 124 le vittime delle inondazioni e delle frane

(Ansa)

In India il bilancio delle vittime delle inondazioni e delle frane innescate dalle forti piogge monsoniche è salito a 124. A riferirlo le autorità del Paese, mentre i soccorritori sono alla ricerca di altre decine di dispersi.

La costa occidentale del Paese è stata colpita da piogge torrenziali da giovedì, con il Dipartimento meteorologico indiano che ha avvertito di ulteriori acquazzoni nei prossimi giorni. Nello stato di Maharasthra, 114 persone sono state uccise, di cui più di 40 in una grande frana che giovedì ha colpito il villaggio collinare di Taliye, a sud di Mumbai.

giovedì 22 luglio 2021

New Delhi: saranno installati quaranta ventilatori giganti nel centro per migliorare la qualità dell'aria

(Ansa)

A New Delhi saranno installati quaranta ventilatori giganti nel centro nell'ennesimo tentativo di migliorare la qualità dell'aria nella capitale indiana. Il progetto, che ha un costo di due milioni di dollari, prevede una torre di 25 metri di altezza che permetterà di filtrare l'aria nel raggio di un chilometro quadrato: la torre sarà installata nella zona di Connaught Place, frequentatissima area commerciale caratterizzata dai tipici edifici coloniali con colonnati, gremita di negozi e punto di ritrovo per i suoi caffè e ristoranti.

L'iniziativa è comunque nel mirino dei difensori dell'ambiente, che sostengono che la torre consumerà una quantità esorbitante di energia elettrica.
"Lo smog è legato a cause che si ripetono ogni anno: cerchiamo almeno di contenerlo" ha dichiarato Anwar Ali Khan, responsabile del progetto "L'obiettivo è di ridurre del 50% la quantità delle particelle PM 2,5. Se la torre avrà buoni risultati, ne realizzeremo altre in tutta la capitale".

sabato 17 luglio 2021

India: raddoppiati in una settimana i contagiati dal virus Zika in Kerala

(Ansa)

In India sono raddoppiati in una settimana, salendo a 28, i contagiati dal virus Zika in Kerala, lo Stato del sud affacciato sul mar Arabico, dove i primi 14 casi erano stati identificati sette giorni fa. A renderlo noto Veena George, la ministra della Salute dello Stato indiano, che, in questo momento è anche il più toccato dal Covid di tutta l'India.

Secondo quanto riferisce il quotidiano Hindustan Times, Zika ha colpito per prima una donna incinta di 24 anni, ricoverata all'ospedale di Thiruvananthapuram. La ministra George ha detto che nella regione la situazione è allarmante ma non critica: "Abbiamo istituito cinque laboratori locali, per poter intervenire rapidamente, senza dover attendere i risultati dei campioni che in precedenza inviavamo all'Istituto nazionale di virologia di Puna".

mercoledì 14 luglio 2021

India: di nuovo positiva al Covid-19 la paziente zero

(Ansa)

In India la prima persona a risultare affetta dal Covid, nel gennaio del 2020, una studentessa di medicina, è di nuovo positiva al virus: lo ha dichiarato all'agenzia di stampa PTI il dottor K J Reena dell'ospedale di Thrissur, nello stato del Kerala, dove la giovane vive.

Il 30 gennaio del 2020, la giovane, che era rientrata da pochi giorni da Wuhan, dove studiava al terzo anno di medicina, era risultata positiva al coronavirus, ed era diventata la paziente zero indiana. Dopo circa tre settimane di cure al Thrissur Medical College Hospital, era risultata negativa per due volte, ed era stata dimessa, a un mese dal ricovero, il 20 febbraio.
La studentessa, della quale non si conoscono le generalità, asintomatica, si è di nuovo sottoposta al test nei giorni scorsi in vista di un viaggio di studio a New Delhi.

martedì 13 luglio 2021

India: più di 50 persone sono state uccise da fulmini in diversi stati

(Ansa)

In India più di 50 persone sono state uccise da fulmini in diversi stati, tra cui 11 visitatori di un antico forte della città di Jaipur. A riferirlo le autorità del Paese, dove centinaia di persone muoiono ogni anno in intense tempeste all'inizio della stagione dei monsoni, che portano sollievo dal caldo estivo nelle pianure del nord.

Almeno 42 persone sono morte domenica in diversi distretti dell'Uttar Pradesh, secondo le autorità per la risposta ai disastri nello stato più popoloso dell'India. A Jaipur, la capitale dello stato del Rajasthan, 11 persone sono decedute per i fulmini che hanno colpito due torri di avvistamento dell'antico forte Amer, del XII secolo, mentre erano piene di visitatori che osservavano la tempesta attraversare la città.

martedì 29 giugno 2021

India: aumentano le vaccinazioni anti Covid19, 1.721.268 nelle ultime 24 ore

(Ansa)

Aumentano le vaccinazioni anti Covid19 in India: lo afferma il Ministero alla Salute. Secondo il comunicato del governo indiano nel paese sono state effettuate 323.663.297 somministrazioni di vaccini di cui 1.721.268 nelle ultime 24 ore.

I primi a ricevere le dosi in India sono stati gli operatori sanitari, tra i quali 7.207.617 hanno avuto entrambe le dosi, poi gli altri lavoratori "frontline", esposti al rischio di contagio, di cui 9.399.319 sono pienamnete vaccinati. Altri 67.529.713 prime dosi e 23.408.944 richiami sono stati somministrati agli over 60; agli indiani tra i 45 e 59 anni 87.111.445 prime dosi e 14.812.349 richiami.
La vaccinazione è stata aperta in India a tutti i maggiorenni dal 21 giugno: nella fascia tra i 18 e i 44 anni i vaccinati con la prima dose sono 84.61.696 e quelli con entrambe 1.901.190.

mercoledì 23 giugno 2021

India: si diffonde sempre più rapidamente la variante "Delta Plus" del Covid-19

(Ansa)

In India si diffonde sempre più rapidamente la variante cosiddetta 'Delta Plus' del coronavirus rilevata per la prima volta lo scorso aprile: secondo il ministero della Sanità, riporta la Bbc, finora sono stati individuati 22 casi del nuovo ceppo in sei distretti di tre Stati (Maharashtra, Kerala e Madhya Pradesh). Sedici di questi casi di contagio sono stati rilevati nel Maharashtra, uno degli Stati indiani più colpiti dalla pandemia.

Secondo il ministero la variante - conosciuta anche come 'AY.1' e già rilevata in nove Paesi tra cui Usa e Gb - si diffonde più facilmente della Delta e si lega più facilmente alle cellule polmonari.

martedì 22 giugno 2021

India: avviata la vaccinazione gratuita contro il Covid-19 per tutti gli adulti

(Ansa)

In India è stata avviata in questi giorni la vaccinazione gratuita contro il Covid-19 per tutti gli adulti. Il governo di Delhi spera di rafforzare la campagna di immunizzazione nazionale, che negli ultimi tempi, nonostante una devastante ondata del contagio, che ha messo in ginocchio il paese, è andata molto a rilento per carenza di dosi, confusione nelle competenze ed una profonda ritrosia della popolazione verso il vaccino.

Sinora solo il 4 per cento degli indiani ha completato il ciclo di immunizzazione contro il coronavirus. Dopo le vivaci polemiche sull'approvvigionamento da parte degli ospedali privati, e dopo le difficoltà dei vari stati ad ottenere dai produttori le dosi necessarie, il governo centrale ha finalmente annunciato qualche settimana fa che avrebbe garantito il 75 per cento delle forniture e le avrebbe distribuite agli stati per la somministrazione gratuita. Con questo nuovo passaggio, gli esperti di salute pubblica auspicano che la campagna vaccinale prenda velocità da oggi in poi. L'obiettivo delle autorità sanitarie è vaccinare tutti gli adulti, ossia 1,1 miliardi di persone, entro la fine dell'anno.

martedì 15 giugno 2021

India: il 16 giugno riaprirà il Taj Mahal

(Ansa)

In India, uno dei monumenti più famosi al mondo, il Taj Mahal, riaprirà i battenti il 16 giugno, dopo la sua chiusura dovuta all'ondata devastante di casi di coronavirus In India. A dichiararlo il Guardian.

Nonostante il calo di contagi in diverse parti del continente i visitatori del Taj Mahal dovranno comunque seguire alcune regole come non toccare le superfici di marmo e passare su una superficie che igienizzerà le suole delle scarpe prima di entrare. I biglietti si potranno acquistare solo online.

martedì 8 giugno 2021

India: 18 operai hanno perso la vita in un incendio nella fabbrica chimica di Pune

(Ansa)

In India arriva l'ennesimo incidente sul lavoro: almeno 18 operai hanno perso la vita durante un incendio, divampato all'interno di un insediamento chimico a Pune, nello stato del Maharashtra. I Vigili del fuoco hanno dovuto abbattere un muro per trarre in salvo una quarantina di altre persone rimaste imprigionate in uno degli edifici.

Per quel che riguarda la fabbrica, appartiene alla SV Aqua Technologies, che realizza prodotti a base di biossido di cloro, utilizzato soprattutto nel trattamento delle acque. L'incendio avrebbe potuto avere conseguenze molto gravi perché lo stabilimento si trova nella zona industriale di Pirangut, dove operano molte altre aziende del settore chimico.
Il premier Narendra Modi ha annunciato un risarcimento di 200.000 rupie, 2.500 euro, per le famiglie delle vittime e circa 700 euro per i feriti. Il governo del Maharashtra ha aggiunto altri 6.800 euro per ogni vittima.

domenica 23 maggio 2021

India: saliti a più di 8.800 i casi di infezione dal letale "fungo nero"

(Ansa)

In India sono saliti a più di 8.800 i casi segnalati di infezione dal letale "fungo nero", una crescente complicazione nei pazienti con il coronavirus provocata dall'abuso di farmaci steroidei usati per curare il Covid. A dichiararlo la Bbc.

Per quel che riguarda la mucormicosi, solitamente molto rara con una ventina di casi all'anno, ha un tasso di mortalità del 50%.