Visualizzazione post con etichetta Giappone. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Giappone. Mostra tutti i post

sabato 23 gennaio 2021

Giappone: primo aumento dei suicidi negli ultimi 11 anni

(Ansa)

In Giappone vi è un primo aumento dei suicidi negli ultimi 11 anni, con i casi che continuano a riguardare maggiormente le donne e le persone più giovani, in un contesto di crescente incertezza, determinata dalla pandemia del coronavirus. In base ai dati preliminari della Agenzia nazionale di polizia (Npa), nell'intero 2020 il numero di persone che si sono tolte la vita è cresciuto del 3,7% a 20.919: si tratta del primo incremento dal 2009, quando l'economia venne travolta dalla crisi finanziaria, provocando un alto numero di casi di bancarotta e una perdita notevole di posti di lavoro.

Nel dettaglio, i numeri più recenti evidenziano un calo dei suicidi dell'1% tra gli uomini - che comunque rappresentano di gran lunga il campione più elevato a quota 13.943, mentre si registra un'impennata del 14,5% tra le donne, a 6.976, la cifra più alta degli ultimi 5 anni.
Ancora una volta sono l'insicurezza sul lavoro, maggiori oneri nella cura dei figli, e i disagi causati dalla forzata coabitazione familiare che, in tempi di pandemia, dicono gli esperti, aumentano il livello di stress per le donne in misura più grande rispetto agli uomini. Preoccupa anche il dato tra gli studenti, con 440 casi, un livello record che supera il precedente massimo del 2009.

domenica 3 gennaio 2021

Giappone: il governo accelera la fase preparativa per l'inizio delle vaccinazioni contro il coronavirus

(Ansa)

In Giappone il governo accelera la fase preparativa per l'inizio delle vaccinazioni contro il coronavirus, che comunque non saranno disponibili prima di fine febbraio. L'esecutivo darà la priorità a uniformare il processo di valutazione per l'approvazione dei vaccini attualmente disponibili.

Il piano successivo riguarderà l'avvio delle somministrazioni del vaccino anti-Covid come rimedio al contenimento del virus, garantendo allo stesso tempo la stabilità del ciclo economico nel Paese.
Nel dettaglio, Tokyo ha sottoscritto dei contratti preventivi per la fornitura di 290 milioni di dosi, più del doppio della popolazione, con tre aziende farmaceutiche. La prima di queste, la statunitense Pfizer, ha chiesto l'approvazione del vaccino in Giappone in dicembre, ma un responso dal ministero della Salute nipponico non avverrà prima di febbraio. In base ai provvedimenti delle autorità sanitarie, le prime somministrazioni del vaccino riguarderanno gli operatori medici alla fine del prossimo mese, le persone anziane in marzo, e successivamente a chi soffre di malattie croniche.

domenica 27 dicembre 2020

Giappone: fino a fine gennaio non sarà consentito l'ingresso nel paese agli stranieri

(Ansa)

Novità in Giappone: non sarà consentito l'ingresso nel paese agli stranieri a partire da lunedì per contrastare la diffusione del covid-19. Il provvedimento sarà in vigore fino alla fine di gennaio.

A comunicarlo il governo giapponese, riferisce l'agenzia Nikkei. Sarà consentito il rientro nel paese ai cittadini giapponesi e agli stranieri che vivono in Giappone.

giovedì 24 dicembre 2020

Fukushima:la diffusione del Covid-19 impatta anche sui piani di smantellamento della centrale nucleare

(Ansa)

A Fukushima, la diffusione del Covid-19 impatta anche sui piani di smantellamento della centrale nucleare, a quasi dieci anni dalla triplice catastrofe. Ad anticiparlo i media giapponesi, spiegando che la prossima fase di rimozione del magma radioattivo - la parte più delicata dell'operazione di bonifica della struttura, doveva iniziare a inizio 2021, ma l'espansione della pandemia su scala globale ha ritardato i test di sperimentazione in Inghilterra per l'impiego di un braccio robotico.

Dei tre reattori che avevano subito la fusione del nocciolo, l'operatore della centrale, la Tokyo Electric Power (Tepco), prevedeva di iniziare i lavori dall'unità numero due con la graduale estrazione di circa un grammo per volta del combustibile nucleare stoccato, per poi espandere la portata fino a diversi chili al giorno.
In base ai piani la Tepco avrebbe dovuto verificare la funzionalità del robot in agosto per poi trasferire l'attrezzatura in Giappone entro il febbraio del 2021, consentendo così l'inizio dei corsi di formazione ai suoi dipendenti. Con l'emergenza sanitaria in corso i ritardi si sono accumulati, e adesso è possibile che gran parte dei collaudi debbano essere trasferiti in Giappone. L'operazione di rimozione del magma dal reattore numero due - che contiene 237 tonnellate di materiale radioattivo - dovrebbe richiedere diversi anni secondo la Tepco.

mercoledì 16 dicembre 2020

Giappone: a Tokyo record di 678 casi giornalieri di coronavirus

(Ansa)

In Giappone, a Tokyo, è stato aggiornato ancora una volta il record di contagi di Covid, a quota 678, in scia al progressivo incremento della diffusione del virus a livello nazionale. La cifra è superiore al precedente limite raggiunto lo scorso sabato, a 621, e porta il totale delle positività nella capitale giapponese a 46.668; il più alto tra tutte le 47 prefetture del Paese.

Il numero dei pazienti a Tokyo è aumentato in maniera repentina dallo scorso novembre, costringendo il governo metropolitano a chiedere alle attività commerciali, assieme ai ristoranti e ai karaoke, di ridurre gli orari di apertura al pubblico almeno fino all'11 gennaio.

martedì 15 dicembre 2020

Giappone: annullato il Festival della neve di Sapporo

(Ansa)

In Giappone, per la prima volta in 70 anni di storia, il Festival della neve di Sapporo, previsto in febbraio, è stato cancellato per via dei rischi legati alla diffusione del coronavirus. La prefettura al nord estremo del Giappone, infatti, aveva già visto la sospensione della campagna di promozione del turismo domestico in scia all'impennata dei casi nelle ultime settimane.

Per quel che riguarda la rassegna annuale, organizzata per la prima volta nel 1950, è famosa per l'esposizione delle sculture di ghiaccio alte fino a 15 metri, e attrae fino a due milioni di turisti dal Giappone e dall'estero, generando un giro di affari di circa 65 miliardi di yen, pari a 510 milioni di euro.

sabato 12 dicembre 2020

Giappone: abbattuti circa 2,5 milioni di polli

(Ansa)

In Giappone si espande a livello nazionale l'allarme dell'influenza aviaria, quando il Paese si trova nel mezzo della pandemia di coronavirus, con il ministero dell'Agricoltura che invita tutte le 47 prefetture dell'arcipelago a condurre ispezioni accurate nelle fattorie regionali e ad aggiornare le autorità predisposte. 

Ad oggi sono stati abbattuti circa 2,5 milioni di polli in poco più di un mese, una cifra che supera il record di 1,83, milioni di animali soppressi nell'ultima infezione stagionale verificatasi nel 2010.

sabato 14 novembre 2020

Giappone: nuovo record giornaliero di contagi per il terzo giorno consecutivo

(Ansa)

In Giappone, per il terzo giorno consecutivo, arriva il record giornaliero di contagi di coronavirus, con oltre 1.700 casi distribuiti tra i grandi centri metropolitani, fino al nord dell'arcipelago. A preoccupare maggiormente è la capitale Tokyo, che ha segnalato oltre 300 positività al giorno per quattro giorni di fila, come non si vedeva dal mese di agosto, una dinamica che le autorità anticipano potrebbe essere la terza ondata della pandemia.

Malgrado l'ascesa dei nuovi numeri, continua ad andare avanti la campagna del governo 'Go to travel', introdotta lo scorso luglio con lo scopo di incentivare il turismo domestico, e per questo criticata per aver contributo a diffondere la malattia. Tra le prefetture più colpite quella di Hokkaido, a nord del Paese e popolare metà turistica, con oltre 200 casi per due giorni consecutivi.

lunedì 26 ottobre 2020

Giappone: continua a frenare l'inflazione

(Ansa)

In Giappone continua a frenare l'inflazione. Stando a quanto afferma l'Ufficio nazionale di statistica, l'indice dei prezzi al consumo (CPI) non ha registrato variazioni su anno, dopo il +0,2% del mese precedente.

Il dato su base mensile evidenzia un calo dello 0,1%, indicando una variazione analoga a quella di agosto. Il dato core, che esclude la componente alimentare, registra un -0,3% a livello tendenziale.

giovedì 22 ottobre 2020

Giappone: declino delle nascite a causa della pandemia del Covid-19

(Ansa)

In Giappone prosegue senza sosta il declino delle nascite, una tendenza che si è andata accentuando dall'inizio della pandemia del coronavirus. In base ai dati del ministero della Salute nipponico, il tasso di gravidanza delle donne giapponesi, nei tre mesi a partire da maggio, è sceso dell'11,4% rispetto al periodo di riferimento di un anno fa. 

L'emergenza sanitaria ha ridimensionato ulteriormente le prospettive di crescita dell'economia in un momento in cui il Paese già si trovava a fare i conti con l'aumento dei costi della previdenza sociale, a fronte del progressivo invecchiamento della popolazione. In Giappone, circa il 28% della popolazione ha più di 65 anni di età, e il numero dei nuovi nati nel 2019 era sceso ai livelli record a quota 865.000. Tra le misure imposte dal governo, per prevenire la diffusione dell'agente patogeno, ci sono le restrizioni alle visite negli ospedali e i limiti agli spostamenti per le donne che vogliono tornare nelle loro città natali per il parto.

domenica 27 settembre 2020

Giappone. Suga: "Nonostante la pandemia, le Olimpiadi si terranno la prossima estate"

(Ansa)

In Giappone, il neo premier Yoshihide Suga, intervenendo alla 75ma Assemblea Generale delle Nazioni Unite, si è detto determinato a far svolgere i Giochi Olimpici nel suo Paese la prossima estate, nonostante la pandemia. 

"Sarà la prova che l'umanità ha sconfitto il virus" ha dichiarato lo stesso Yoshihide Suga.

sabato 26 settembre 2020

Giappone: in calo i prezzi del settore servizi

(Ansa)

Novità in Giappone: calano i prezzi del settore servizi. Per quel che riguarda il dato, comunicato dalla Bank of Japan, indica rispetto all'anno precedente un decremento dello 0,1%, dopo il +0,4% del mese precedente. 

Su base annuale, invece, il dato registra un +1% dopo il +1,1% rivisto in precedenza.

mercoledì 23 settembre 2020

Giappone: arriva il bonus da 5000 euro alle nuove coppie di sposi

(Ansa)

In Giappone, le nuove coppie che decideranno di sposarsi riceveranno incentivi da parte del governo fino a 600mila yen, pari a 4.850 euro. Ad anticiparlo l'agenzia Kyodo.

Per ottenere le agevolazioni i futuri sposi dovranno avere un'età inferiore ai 40 anni e un reddito combinato che non superi i 5,4 milioni di yen, pari a 43.000 euro. Al momento, spiega l'agenzia, solo il 15% delle municipalità del Giappone ha deciso di aderire al programma, ma è probabile che il governo centrale si faccia carico dei costi fino ai due terzi dell'ammontare del bonus a partire dall'anno fiscale 2021.

venerdì 18 settembre 2020

Giappone: il nuovo premier è Yoshihide Suga

(Ansa)

Novità in Giappone: Yoshihide Suga, nominato lunedì scorso leader del partito liberal-democratico, è stato eletto nuovo premier in una sessione straordinaria del Parlamento, ottenendo 314 voti sui 465 disponibili alla Camera dei Rappresentanti. 

Il 71enne Suga, capo di Gabinetto dal 2012, succede al dimissionario Shinzo Abe.

martedì 15 settembre 2020

Giappone: compie 28 anni il panda più anziano del mondo

(Ansa)

Parliamo del Giappone, il quale si conferma come uno dei Paesi con il più alto tasso di longevità, non solo per gli uomini ma anche per gli animali. Vive infatti nella prefettura di Wakayama, a ovest dell'arcipelago, nello zoo Adventure World, il panda in cattività più anziano al mondo, di nome Eimei, che ha celebrato, in questi giorni, il suo 28esimo compleanno, equivalente a oltre 80 anni umani.

Per quel che riguarda il panda, nato a Pechino e poi trasferito in Giappone, nel 2014 Eimei era stato già riconosciuto come il panda in cattività più anziano al mondo capace di procreare. Dal 1994 ad oggi il mammifero ha concepito 15 cuccioli, 11 dei quali sono stati restituiti alla Cina.

lunedì 14 settembre 2020

Giappone: registrati 649 nuovi casi di coronavirus

(Ansa)

In Giappone sono stati registrati 649 nuovi casi di coronavirus e ulteriori 16 morti: a renderlo noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Cnn. 

Per quel che riguarda i nuovi dati, portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 75.980 e quello dei morti a 1.451. I pazienti sono ancora in condizioni critiche sono 190.

lunedì 7 settembre 2020

Giappone: rimane alto il livello di allerta per il passaggio del tifone Haishen

(Ansa)

Nel Giappone sud occidentale rimane alto il livello di allerta per il passaggio del tifone Haishen, il decimo della stagione, che ha già raggiunto l'isola di Okinawa con violente raffiche di vento e l'innalzamento delle acque, e adesso è diretto nella regione del Kyushu.

Ordini di evacuazione sono scattati per più di 530 mila persone, concentrate principalmente tra la prefettura di Kagoshima e quella di Nagasaki, con le autorità regionali che hanno continuato a fornire assistenza tramite il supporto degli elicotteri delle Forze di autodifesa, aiutando i residenti locali ad abbandonare le isole maggiormente esposte alla furia delle intemperie.
L'Agenzia meteorologica nazionale ha dichiarato che, nonostante l'indebolimento delle ultime ore del tifone, la popolazione dovrebbe rimanere vigile, in particolare nella prefettura di Kagoshima, dove sono attesi venti fino a 180 km orari ed esondazioni dei fiumi.

lunedì 3 agosto 2020

Giappone: sono oltre 10 milioni gli automobilisti con più di 70 anni di età ancora al volante

(Ansa)
In Giappone sono oltre 10 milioni gli automobilisti con più di 70 anni di età ancora al volante, un incremento del 90% rispetto a 40 anni fa. A rivelarlo le statistiche del governo sulla sicurezza stradale, tramite la pubblicazione del 'White Paper', evidenziando come nell'anno fiscale in corso il 14,5% del parco guidatori di tutto il Paese - pari a 11,95 milioni di persone - sia costituito da ultra settantenni, rispetto ai 130mila del 1975, e ai poco più degli 800mila a metà degli anni '80.

Nel corso del 2019, in base a una campagna governativa, circa 600mila automobilisti con un'età superiore ai 75 anni hanno restituito le proprie patenti alle autorità, in concomitanza con un incremento degli incidenti stradali, superiori al 55% del totale, causati dalle persone anziane alla guida della propria automobile. Alcuni degli incidenti, riferisce la stampa locale, riguardano casi in cui le persone confondono il pedale del freno con quello dell'acceleratore, o l'inserimento casuale della retromarcia.

venerdì 10 luglio 2020

Giappone: le piogge torrenziali non danno tregua, molte case isolate

(Ansa)
In Giappone le piogge torrenziali non danno tregua, dove soccorritori ed esercito stanno facendo il possibile per portare aiuto agli abitanti di migliaia di case rimaste isolate. Per il maltempo di questi giorni sono morte 60 persone, uccise da frane o inondazioni. 

La protezione civile giapponese ha fatto sapere che risultano isolate oltre tremila abitazioni. La maggior parte si trova nella regione di Kumamoto, nel sud-ovest dell'arcipelago, dove sono attese ulteriori piogge. Le precipitazioni proseguono incessanti da sabato scorso anche nel centro e si prevede che continueranno fino a domenica prossima.

lunedì 6 luglio 2020

Giappone: sale a 18 morti il bilancio delle vittime del maltempo estremo

(Ansa)
In Giappone sale a 18 morti il bilancio delle vittime del maltempo estremo, con 16 cadaveri in attesa di essere identificati e 14 dispersi. A riferirlo le autorità governative, dopo le piogge torrenziali che hanno provocato l'inondazione di ampie aree della prefettura di Kumamoto, con due fiumi esondati in 11 diverse località.

Le autorità della cittadina di Hitoyoshi hanno confermato la morte di 9 persone, mentre altre 50 persone sono bloccate all'interno di una casa di cura all'interno del villaggio allagato di Kuma, riferisce l'emittente pubblica Nhk. Le Forze di Autodifesa stanno lottando contro il tempo per trasferire i residenti nei vicini ospedali. Sono almeno 30 i distretti della prefettura i cui valichi di accesso sono stati completamente isolati dalle inondazioni e dalle frane. Attualmente gli ordini di evacuazione riguardano 203.000 residenti tra le prefetture di Kumamoto e Kagoshima, con l'installazione di 100 centri di raccolta messi a disposizione dal governo.