Visualizzazione post con etichetta Politica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Politica. Mostra tutti i post

sabato 1 agosto 2020

Hong Kong. Carrie Lam: "Elezioni politiche del 6 settembre rinviate a causa del Covid-19"

(Ansa)
"Le elezioni politiche del 6 settembre sono state rinviate a causa dell'emergenza legata al Covid-19" ha dichiarato la governatrice di Hong Kong, Carrie Lam, in conferenza stampa.

"La situazione della pandemia è grave, ma abbiamo il sostegno nell'adozione di questa difficile decisione del governo centrale, di Pechino. E' la decisione più difficile degli ultimi 7 mesi" ha dichiarato ancora Carrie Lam.

sabato 25 luglio 2020

Cina: ordinata la chiusura del consolato americano di Chengdu

(Ansa)
In Cina è stato ordinato la chiusura del consolato americano di Chengdu, in risposta a un analogo provvedimento Usa che ha colpito la rappresentanza consolare cinese di Houston, in Texas.
    
"Le misure adottate dalla Cina sono una risposta legittima e necessaria alle azioni irragionevoli degli Usa e conformi al diritto e alle norme di base dei rapporti internazionali, nonché alle pratiche diplomatiche. Si invita Washington a creare le condizioni necessarie per il ritorno alla normalità delle relazioni bilaterali" si legge nella nota con cui il ministero degli Esteri ha comunicato all'ambasciata Usa la risposta all'ordine di chiusura del consolato cinese di Houston.

venerdì 17 luglio 2020

Xi Jinping: "La Cina continuerà ad approfondire le riforme e ad aprire i mercati"

(Ansa)
"I fondamentali di lungo termine di solida crescita dell'economia della Cina non sono cambiati e non cambieranno": ha dichiarato il presidente Xi Jinping. 

"La Cina continuerà ad approfondire le riforme e ad aprire i mercati, fornendo un migliore ambiente business per gli investimenti e lo sviluppo delle imprese cinesi e straniere" ha dichiarato ancora Xi in una lettera di risposta ai 'global Ceo'.

martedì 14 luglio 2020

Cina: sanzioni contro tre parlamentari e un alto funzionario degli Stati Uniti

(Ansa)
In Cina sono state adottate misure di ritorsione contro tre parlamentari statunitensi e un alto funzionario del Dipartimento di Stato in risposta alle sanzioni di Washington sullo Xinjiang. 

Gli Stati Uniti hanno, infatti, annunciato giovedì che rifiuteranno i visti a tre alti funzionari cinesi accusati di orchestrare la repressione contro i musulmani uiguri nella regione della Cina nord-occidentale. 

venerdì 3 luglio 2020

Hong Kong, legge sulla sicurezza: la soluzione politica cinese per la pace sociale


ROMA. È un periodo storico in cui si stanno incrociando, a livello mondiale, degli eventi che vale la pena analizzare con un po’ di attenzione. Partendo dal Coronavirus si sono verificate tante tragedie, tante morti, tanta sofferenza e di conseguenza tante paure.

I governanti di tutti i Paesi si sono trovati a dover affrontare una situazione del tutto inedita, in molti casi difficile perché fatta di una lotta contro un nemico sconosciuto.
Anche a livello politico, chi governa ogni Stato ha messo in campo strategie diverse per uno stesso fine: debellare la pandemia e riportare la normalità.
Purtroppo non sempre le soluzioni trovate da uno Stato sono state condivise da tutti gli altri Stati.
Alcuni Paesi hanno messo in dubbio l’efficacia delle misure adottate da altri Paesi, seppur agendo in alcuni casi allo stesso modo.
Cina e America sono un esempio chiaro e lampante di ciò.
Gli Stati Uniti hanno considerato le decisioni prese dalla Cina, durante la fase iniziale Covid-19 e immediatamente dopo, lesive dei diritti umani.
Parliamo delle misure restrittive per contenere i contagi ma anche dell’approvazione della legge sulla sicurezza di Hong Kong da parte dell’Assemblea Nazionale del Popolo, organo legislativo cinese.
Per via di questa legge, gli Usa hanno accusato la Cina di privare Hong Kong della sua autonomia e hanno deciso di revocare lo statuto speciale di Hong Kong in base alla legge americana.
"Sono affari interni della Cina", ha commentato, invece, in un tweet l’ambasciatore di Pechino all’ONU, Zhang Jun.
Su questa situazione, e non solo, abbiamo intervistato Armando Soldaini, presidente di ‘RomExpo International Consulting and Exhibition’.
Mentre Trump ha richiesto l’intervento dell’esercito per reprimere le proteste pubbliche scoppiate a causa del caso George Floyd, il giovane di colore morto dopo essere stato accusato di avere una banconota falsa, ha anche condannato la Cina per la legge sulla sicurezza a Hong Kong.
Cosa che Soldaini considera strumentale. Ciò che serve, secondo lui, è più una soluzione politica, non militare. Sostenendo la libertà della Cina di agire in modo autonomo sul proprio territorio, così come per ogni Stato, sempre nel rispetto dei diritti umani, il presidente di RomExpo considera auspicabile una discussione politica superiore rispetto al vantaggio economico di una parte o dell’altra.
"L’interesse del mondo non è nella supremazia dell’economia ma è nella supremazia dell’essere umano e nell’internazionale pacifica tra tutti i popoli del mondo".

giovedì 2 luglio 2020

Olof Skoog: "L'accordo sul nucleare con l'Iran rimane un grande risultato della diplomazia multilaterale"

(Ansa)
"L'accordo sul nucleare con l'Iran rimane un grande risultato della diplomazia multilaterale, e l'unico strumento per fornire alla comunità internazionale le assicurazioni necessarie riguardo al programma nucleare iraniano. È quindi essenziale che facciamo tutto il possibile per preservarlo" ha dichiarato l'ambasciatore dell'Ue al Palazzo di Vetro, Olof Skoog.

"Sfortunatamente, nonostante tutti i suoi risultati, l'intesa è stata sempre più messa alla prova, ora più che mai è necessario uno sforzo internazionale congiunto per preservarla. La sua piena attuazione da tutte le parti è fondamentale" ha dichiarato ancora Olof Skoog, parlando a nome dell'alto rappresentante per gli Esteri dell'Unione Josep Borrell, durante una riunione virtuale del Consiglio di Sicurezza Onu sull'attuazione dell'accordo sul nucleare iraniano.

mercoledì 1 luglio 2020

Carrie Lam: "Hong Kong prenderà le necessarie contromisure nell'ipotesi di sanzioni da parte degli Usa"

(Ansa)
"Hong Kong prenderà le necessarie contromisure nell'ipotesi di sanzioni da parte degli Stati Uniti": ha dichiarato la governatrice Carrie Lam durante la conferenza stampa settimanale.

"Le misure americane, qualunque possano essere, non ci spaventano" ha dichiarato ancora Carrie Lam.

venerdì 19 giugno 2020

Corea del Nord: le truppe di Pyongyang nelle aree smilitarizzate

(Ansa)
Notizie dalla Corea del Nord: lo stato ha comunicato il riposizionamento delle sue truppe in due aree smilitarizzate a dispetto degli accordi firmati nel 2018 con Seul e la volontà di ripristinare i posti di guardia rimossi congiuntamente lungo la linea di confine terrestre (Dmz) e di riprendere tutti i tipi di manovre militari anche vicino al 38/o parallelo.

In appena 24 ore i faticosi punti di distensione maturati nei vertici tra il leader Kim Jong-un e il presidente Moon Jae-in, partiti dalla spinta delle Olimpiadi invernali di Pyeongchang, si sono dissolti. Inoltre, il network statale Kctv ha mostrato le immagini dell'esplosione e dei danni all'edificio costato a Seul oltre 8 milioni di dollari in termini di ristrutturazione. 

giovedì 11 giugno 2020

Giappone: la Camera ha approvato il budget di 262 miliardi di euro per l'anno fiscale 2020

(Ansa)
Novità in Giappone: la Camera dei Rappresentanti ha approvato il budget supplementare record di 31.900 miliardi di yen (262 miliardi di euro) per l'anno fiscale 2020 voluto dal governo per finanziare il sistema sanitario e la ripresa economica giapponese dopo la fase acuta dell'emergenza sanitaria del coronavirus. Lo ha dichiarato l'agenzia giapponese Kyodo.

Per quel che riguarda il provvedimento del governo di Shinzo Abe, è stato approvato con larga maggioranza, riscuotendo il voto favorevole anche di vari partiti d'opposizione. Ora per l'approvazione definitiva per venerdì è atteso il voto della Camera dei Consiglieri, il senato.

domenica 7 giugno 2020

Polinesia: le frontiere saranno riaperte dal 3 luglio

(Ansa)
Novità nella Polinesia francese: riaprirà le frontiere il 3 luglio, diminuendo a una settimana il periodo di quarantena per chi arriva fino ad abolirla del tutto a partire dal 15 luglio. Ad annunciarlo le autorità locali.
    
Per quel che riguarda la Polinesia, comunità d'oltremare della Francia, aveva interrotto i voli internazionali a marzo per contrastare l'epidemia da coronavirus: nell'insieme di arcipelaghi nel sud dell'Oceano Pacifico si sono registrati solo 60 casi e nessun decesso per Covid-19.

venerdì 5 giugno 2020

Hong Kong: il Parlamento approva la legge di tutela dell'inno cinese

(Ansa)
Novità ad Hong Kong: il Parlamento ha dato il via libera alla contestatissima legge che criminalizza ogni forma di disprezzo verso l'inno nazionale cinese, la Marcia dei volontari, fissando sanzioni pecuniarie e detentive. 

Per quel che riguarda l'approvazione, è maturata dopo una seduta ad alta tensione, nel giorno del 31esimo anniversario dei sanguinosi fatti di piazza Tienanmen. Il provvedimento ha avuto 41 voti a favore e uno contrario, mentre l'opposizione non ha votato ed ha scandito cori e slogan di condanna.

martedì 2 giugno 2020

Zhao Lijian: "Chiedo la tutela di studenti e aziende cinesi: Washington rischia di danneggiare le relazioni bilaterali"

(Ansa)
"La Cina avvisa gli Usa che adotterà ferme contromisure a tutela dei suoi interessi su sicurezza e sviluppo" ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian dopo l'annuncio fatto venerdì scorso dal presidente Donald Trump in merito allo stop per lo status speciale di Hong Kong in risposta alla legge sulla sicurezza imposta da Pechino.

"Sono misure che interferiscono con gli affari interni della Cina. Chiedo la tutela di studenti e aziende cinesi. Washington rischia di danneggiare le relazioni bilaterali" ha dichiarato ancora Zhao Lijian.

sabato 30 maggio 2020

Taiwan: "Non sceglieremo mai di essere un Paese autoritario e di essere soggetto alla violenza"

(Ansa)
"Il popolo dell'isola di Taiwan, che Pechino considera parte inalienabile del suo territorio, non sceglierà mai di essere un Paese autoritario e di essere soggetto alla violenza" ha dichiarato, in una nota, il Consiglio di Taiwan, replicando alle minacce delle forze armate cinesi di ricorrere all'uso della forza per riunificare Taipei alla Cina.

"Per la Repubblica di Cina, il nome ufficiale di Taipei, è un Paese sovrano che non ha mai fatto parte della Repubblica popolare cinese in termini storici o di diritto internazionale" si legge ancora nella nota.

martedì 26 maggio 2020

Cina: si vuole approvare la legge sulla sicurezza nazionale

(Ansa)
Novità in Cina: si vuole approvare la legge sulla sicurezza nazionale per la Regione amministrativa speciale di Hong Kong. 

"Sono fiducioso che attraverso lo sforzo congiunto di tutti i delegati, saremo in condizioni di ultimare questo importante compito legislativo" ha dichiarato il presidente Li Zhansu durante il Congresso Nazionale del Popolo "La mossa darà garanzie più solide per rafforzare la sovranità, la sicurezza e lo sviluppo degli interessi della nazione e per assicurare a Hong Kong la prosperità e la stabilità di lungo termine".

sabato 23 maggio 2020

Taiwan: "Il governo chiede alla Cina di evitare grandi turbolenze a Hong Kong"

(Ansa)
"Il governo di Taiwan chiede alla Cina di evitare grandi turbolenze a Hong Kong dopo la proposta sulla nuova legislazione per rafforzare la sicurezza nazionale sull'ex colonia e stroncare nuove e possibili proteste" si legge in una nota del Consiglio per gli affari continentali di Taipei.

"E' sbagliato il comportamento del Partito comunista che ha incolpato le influenze esterne e i separatisti dell'indipendenza di Hong Kong per l'instabilità nella città. La norma è destinata a scuotere alle fondamenta il modello un Paese, due sistemi, che regola attualmente i rapporti tra Hong Kong e Pechino, e a creare altra tensione nell'ex colonia con un nuovo round di prevedibili proteste del fronte anti governativo e pro democrazia" si legge ancora nella nota.

lunedì 18 maggio 2020

Cina. Zhong Nanshan: "Ci sono tre vaccini allo studio, ma per la soluzione perfetta ci vorranno anni"

(Ansa)
"La maggioranza dei cinesi sono ancora a rischio dell'infezione da Covid-19 a causa della mancanza di immunità" ha dichiarato Zhong Nanshan, il più autorevole consulente sanitario del governo cinese conosciuto come l' "eroe della Sars" per la sua battaglia contro l'epidemia del 2003. 

"Le autorità locali, non hanno detto la verità, all'inizio della pandemia. Ho cominciato ad avere dei sospetti quando il numero dei casi ufficialmente riportati a Wuhan sono rimasti 41 per più di 10 giorni. Ci sono tre vaccini allo studio in Cina, ma per trovare la soluzione perfetta ci vorranno anni" ha dichiarato ancora Zhong Nanshan avvertendo sul rischio di una potenziale seconda ondata di infezioni.

martedì 5 maggio 2020

Hong Kong: nel primo trimestre del 2020 calo record del Pil all'8,9%

(Ansa)
A Hong Kong il blocco delle attività per il coronavirus ha fatto contrarre l'economia più del previsto. Nel primo trimestre del 2020, infatti, il Pil è sceso dell'8,9% rispetto a un anno prima contro previsioni di un calo del 6,5%.
    
Si tratta di un crollo record, superiore a quelli registrati a Hong Kong nel primo trimestre del 1998, pari all'8,3%, e del 7,8% nei primi tre mesi del 2009. 

sabato 2 maggio 2020

Kazakhstan. Kassym-Jomart Tokayev: "Prorogato lo stato di emergenza fino all'11 maggio"

(Ansa)
"Data l'attuale situazione nel nostro Paese e sulla base di una proposta della Commissione statale e degli esperti, ho deciso di firmare il decreto sulla proroga dello stato di emergenza fino all'11 maggio, quando finirà, a meno che non si verifichi un nuovo massiccio scoppio dell'epidemia" ha dichiarato il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev. 

"Alla Commissione statale è stato affidato il compito di determinare l'elenco delle organizzazioni che inizieranno la loro attività in tutte le regioni del Paese, seguendo l'esempio della capitale Nur-Sultan. Innanzitutto, le imprese industriali, le società di costruzioni, le società di trasporto, le banche e i centri di servizio pubblico inizieranno il loro lavoro nel rispetto di tutti gli standard sanitari e svolgendo regolare disinfezione dei posti di lavoro. Dopo una pausa di quasi due mesi, dal 1 maggio tra la capitale e la più grande città del Kazakhstan, Almaty inizieranno a circolare i voli aerei. Centri commerciali e di intrattenimento, cinema, ristoranti, parchi e altri luoghi di solito affollati rimarranno chiusi. L'apprendimento a distanza continuerà nelle università, nei licei e nelle scuole. Rispetto ad altri paesi, il Kazakhstan ha la fortuna che la diffusione di Covid-19 non ha avuto un impatto eccessivo: la scorsa settimana, infatti, il medico Primario Statale ha annunciato che entro la fine di maggio in Kazakhstan saranno probabilmente registrati circa 4.000 casi di coronavirus" ha dichiarato ancora lo stesso Kassym-Jomart Tokayev, illustrando le misure della 'fase 2'.

martedì 21 aprile 2020

Nuova Zelanda. Ardern: "Chiedo ai cittadini di scrivere una breve nota di dove sono stati e con chi"

(Ansa)
In Nuova Zelanda, la prima ministra Jacinda Ardern ha deciso di andare in controtendenza, chiedendo ai cittadini di adottare un metodo più 'all'antica' in tema di tracciabilità per contrastare la diffusione del covid-19, ovvero prendere carta e penna e tenere un diario dei propri movimenti. 

"Scrivete una breve nota di dove siete stati e con chi. Chiedere a qualcuno, anche pochi giorni dopo di riferire ogni movimento, sarebbe un compito incredibilmente difficile. Quindi chiedo ai neozelandesi di adottare una nuova pratica, una nuova cosa da fare alla fine della giornata. Potremo così ridurre prima i livelli di allerta e la vita si avvicinerà più rapidamente alla normalità" ha dichiarato ancora Jacinda Ardern.

mercoledì 15 aprile 2020

India: estensione del blocco fino al 3 maggio per combattere il coronavirus

(Ansa)
In India, il primo ministro Narendra Modi ha annunciato l'estensione fino al 3 maggio del confinamento in India per combattere la pandemia di coronavirus.

"Le discussioni con i leader statali e i ministri hanno portato alla conclusione che il contenimento dovrà essere esteso. Alcuni stati hanno già deciso di estenderlo. Il Paese dovrà estenderlo almeno fino al 3 maggio" ha dichiarato il leader nazionalista indù in un discorso tv alla nazione.