Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

lunedì 27 settembre 2021

India: migliaia di persone evacuate in vista dell'arrivo del ciclone Gulab

(Ansa)

In India decine di migliaia di persone sono state evacuate in tre stati in vista dell'arrivo del ciclone Gulab che dovrebbe colpire la costa orientale. Gulab dovrebbe atterrare tra gli stati costieri dell'Odisha e dell'Andhra Pradesh, con raffiche fino a 95 chilometri all'ora, ha annunciato il dipartimento meteorologico statale indiano.

Il sistema di tempeste dal Golfo del Bengala porterebbe "venti forti e precipitazioni estremamente intense", ha preannunciato l'ufficio meteorologico.
I funzionari dell'Odisha e dell'Andhra Pradesh hanno ordinato a decine di migliaia di persone che vivono lungo la costa di trasferirsi nei rifugi, mentre centinaia di operatori di emergenza sono stati inviati nella regione. Le autorità del Bengala occidentale, a nord dell'Odisha, hanno dichiarato oggi che, sebbene sia improbabile che Gulab colpisca direttamente lo stato, stanno ancora prendendo precauzioni.
"Finora abbiamo evacuato più di 20.000 persone nelle scuole e negli uffici governativi, che sono stati trasformati in rifugi anticicloni" ha detto Bankim Hazra, ministro di stato responsabile delle aree pianeggianti.
A maggio, più di un milione di persone sono state evacuate dalle loro case lungo la costa orientale dell'India prima che fosse colpita dal ciclone Yaas con raffiche di vento fino a 155 chilometri all'ora, equivalenti a un uragano di categoria due.

sabato 25 settembre 2021

Hong Kong: si scioglie l'Alleanza del gruppo veglia di Tienanmen

(Ansa)

Ad Hong Kong l'Alleanza, il gruppo di attivisti che per trenta anni ha organizzato nell'ex colonia britannica la veglia annuale del 4 giugno in ricordo della violenta repressione di Piazza Tienanmen, ha deciso lo scioglimento, dopo essere finita nel mirino delle autorità locali. La risoluzione è passata con 41 voti a favore e 4 contrari.

"Questo è uno scioglimento molto doloroso" ha commentato Tsang Kin-shing, uno dei componenti del gruppo.

venerdì 24 settembre 2021

Afghanistan: i talebani si preparano a ripristinare le esecuzioni dei condannati per omicidio

(Ansa)

In Afghanistan i talebani si preparano a ripristinare le esecuzioni dei condannati per omicidio e le amputazioni delle mani e dei piedi dei condannati per furto, anche se forse non in pubblico: lo ha detto all'agenzia di stampa Associated Press Nooruddin Turabi, uno dei fondatori dell'organizzazione e responsabile dell'applicazione della legge islamica nel Paese durante il precedente governo dei mullah. Lo ha dichiarato il Guardian.

Nel precedente governo dei talebani Turabi era ministro della Giustizia e capo del cosiddetto ministero della Propagazione della virtù e della prevenzione del vizio, mentre adesso è responsabile del sistema carcerario ed è uno dei leader inclusi nella lista delle sanzioni Onu.
A giudicare i casi, ha spiegato, saranno i giudici, comprese le donne: "Il taglio delle mani è molto necessario per la sicurezza", ha affermato, ricordando che quando veniva praticato ha avuto un effetto deterrente. Il governo, ha concluso, sta studiando se eseguire le punizioni in pubblico e "svilupperà una politica" al riguardo.
Quando i talebani erano al potere 20 anni fa, le esecuzioni dei condannati per omicidio venivano eseguite in genere con un colpo di arma da fuoco alla testa sparato da un membro della famiglia della vittima, che aveva l'opzione di accettare i cosiddetti "soldi insanguinati" in cambio della vita del condannato. Per i ladri, inoltre, la punizione era l'amputazione di una mano, mentre per il reato di rapina in autostrada venivano amputati una mano e un piede.

giovedì 23 settembre 2021

New Delhi: proclamato uno sciopero nazionale degli agricoltori per il 27 settembre

(Ansa)

A New Delhi, a 300 giorni dall'avvio della protesta degli agricoltori contro la riforma del commercio agricolo approvata un anno fa dal governo, il Samyukt Kisan Morcha (Skm) - il Fronte unito degli agricoltori che raggruppa 40 sigle sindacali - ha proclamato uno sciopero nazionale per il 27 settembre. L'adesione alla serrata, che minaccia di bloccare l'intero Paese, sarà particolarmente alta negli stati del Punjab, Haryana, Rajasthan e Uttar Pradesh, dove numerosi gruppi, inclusi sindacati di varie altre categorie, hanno già annunciato la partecipazione.

Oltre a loro, aderiranno anche i partiti di opposizione, come il Congresso. Si prevede una giornata di gravi problemi per i trasporti pubblici e sulle autostrade nazionali, che i manifestanti bloccheranno ovunque con sit-in. Le due più recenti mobilitazioni dei contadini contro le tre leggi di riforma del commercio agricolo si sono tenute il 28 agosto in Haryana, con violenti scontri tra manifestanti e polizia, e il 5 settembre, in Uttar Pradesh.
Ma i centri nevralgici della lotta, una delle più accese nella storia dell'India indipendente, sono sempre gli accampamenti, allestiti nel novembre del 2020 accanto ai principali ingressi autostradali della capitale, ai confini con gli stati di Punjab e Haryana; in questi megacampi, alcune migliaia di agricoltori hanno resistito ininterrottamente, anche se il Covid ha ridotto il numero iniziale delle presenze.
I contadini sostengono che le leggi, che liberalizzano il mercato, li lasceranno in balia dei grandi gruppi privati, che detteranno le condizioni per l'acquisto dei loro prodotti, e chiedono il ripristino del Prezzo minimo garantito, la tutela statale che per decenni ha garantito un reddito fisso ai produttori.

mercoledì 22 settembre 2021

Cina: semi-chiusa la città di Harbin dopo aver segnalato nuovi casi di Covid-19

(Ansa)

In Cina la città di Harbin, capoluogo da 10 milioni di abitanti della provincia nordorientale dello Heilongjiang, è stata semi-chiusa dopo aver segnalato per la prima volta dal 4 febbraio nuovi contagi di Covid-19 trasmessi localmente. Si tratta di tre casi sui 16 registrati complessivamente ieri, in base agli aggiornamenti quotidiani forniti dalla Commissione sanitaria nazionale.

Il governo locale di Harbin ha detto ai suoi residenti di evitare di lasciare la città se non per ragioni essenziali, mentre locali pubblici come cinema e palestre sono stati chiusi.
Ai siti turistici è stato disposta la limitazione di visitatori alla metà della capacità, ha riferito il network statale Cctv, secondo cui c'è stata la stretta di una settimana alle lezioni in presenza per asili, scuole primarie e superiori.
Non è chiaro se i tre casi di Harbin siano collegati al focolaio di Fujian, l'ultimo fronte caldo in Cina. In quest'ultima provincia, le città di Xiamen e Putian hanno riportato 13 nuovi casi totali, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale.

martedì 21 settembre 2021

Afghanistan: iniziate le attività per la cerimonia di insediamento del governo dei Talebani

(Ansa)

In Afghanistan, dopo giorni di rinvii, sono iniziate a Kabul le attività preparatorie per l'organizzazione della cerimonia di insediamento del governo dei Talebani in Afghanistan. Lo ha dichiarato la Afghan Islamic Press.

Una commissione speciale è stata formata per preparare l'evento, secondo quanto dichiarato dal responsabile designato degli Affari amministrativi, Mawlawi Ahmed Jan Ahmed.
L'insediamento dell'esecutivo ad interim dei sedicenti studenti coranici, la cui composizione è stata annunciata due settimane fa, è stato posticipato tra l'altro per l'assenza del vicepremier Abdul Ghani Baradar. Secondo fonti degli stessi mullah, Baradar è rientrato oggi a Kabul dopo giorni di misteriosa assenza dalla scena pubblica, in cui si era ritirato nella sua roccaforte di Kandahar dopo un presunto scontro - negato a livello ufficiale - con la rete Haqqani all'interno della leadership talebana.

lunedì 20 settembre 2021

India: si pensa di riaprire le porte del turismo dopo un anno e mezzo

(Ansa)

In India si sta pensando di riaprire presto le sue porte al turismo, per la prima volta dopo oltre un anno e mezzo di chiusura, spinta dalle buone notizie sul declino delle cifre delle infezioni e delle morti da Covid-19, e starebbe ipotizzando i concedere visti d'ingresso gratuiti ai primi 500.000 visitatori. A dichiararlo è il Times of India, citando funzionari del ministero federale dell'Interno, secondo i quali l'annuncio ufficiale potrebbe arrivare in una decina di giorni.

Il costo per il bilancio federale dei visti gratuiti per mezzo milione di turisti stranieri (il prezzo per ogni turista è di 25 dollari per un mese o di 40 dollari per un anno con entrate multiple) è stato calcolato in un miliardo di rupie (circa 11,5 milioni di euro). Ma la riapertura darebbe una boccata d'ossigeno all'industria del turismo e alle linee aeree dopo un anno e mezzo di bonaccia, scrive il Times of India.

domenica 19 settembre 2021

Afghanistan: almeno due morti nei diversi attentati a Jalalabad

(Ansa)

Nell'est dell'Afghanistan almeno due persone sono morte e 19 sono rimaste ferite in diversi attentati con bombe a Jalalabad. A riferirlo i media locali e un responsabile sanitario.

Almeno due delle bombe esplose hanno preso di mira veicoli delle forze di sicurezza dei talebani, secondo fonti concordanti. Si tratta dei primi attentati registrati dopo la nascita del governo ad interim dei talebani il 7 settembre.

sabato 18 settembre 2021

India: la Nia parla di un aumento del rischio di proselitismo da parte dell'Isis

(Ansa)

In India la Nia, National Investigation Agency, la Cia indiana, ha lanciato un allarme, sostenendo che nel Paese è in aumento il rischio di proselitismo da parte dell'Isis. In una nota, riportata dal quotidiano Hindustan Times, l'agenzia rivela di avere scoperto in questo solo anno quasi 40 tentativi di attacchi terroristici ricollegabili all'Isis, il più recente a giugno.

Secondo la Nia, per questi 37 incidenti sono state arrestate 138 persone, 27 delle quali giudicate colpevoli nel corso del processo. L'agenzia invita tutti i cittadini indiani alla massima attenzione, sostenendo che i militanti del sedicente Stato islamico fanno ampio uso di social e che coinvolgono con la loro propaganda i giovani delle fasce sociali più deboli e marginali.

venerdì 17 settembre 2021

Afghanistan: si è tenuta la prima riunione di gabinetto del governo dei Talebani

(Ansa)

In Afghanistan si è tenuta, al Palazzo presidenziale di Kabul, la prima riunione di gabinetto del governo dei Talebani, dopo giorni di rinvii per i presunti dissidi interni al gruppo jihadista. Lo ha dichiarato l'agenzia Afghan Islamic Press, secondo cui durante la riunione, presieduta dal primo ministro dell'Emirato islamico, mullah Mohammad Hasan Akhund, è stata discussa la situazione della sicurezza, politica ed economica del Paese.

Tra le altre decisioni assunte dall'esecutivo ad interim, riferisce l'agenzia statale Bakhtar, c'è lo sblocco degli aiuti umanitari e la revoca delle restrizioni alle telecomunicazioni nel Panshir, la provincia settentrionale dove si è concentrata la resistenza contro i mullah.

giovedì 16 settembre 2021

Cina: criticato l'accordo Usa-Australia sui sottomarini nucleari

(Ansa)

In Cina è stato duramente criticato l'accordo Usa-Australia sui sottomarini nucleari, nell'ambito della nuova partnership tra Usa, Gran Bretagna e Australia annunciata dal presidente americano Joe Biden "per affrontare il XXI secolo e le sue minacce", definendolo "estremamente irresponsabile".

Il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian ha aggiunto che l'iniziativa colpisce anche "gli sforzi di non proliferazione a livello internazionale".

mercoledì 15 settembre 2021

Ursula von der Leyen: "100 milioni di euro in più di aiuti per l'Afghanistan"

(Ansa)

"Stiamo al fianco degli afghani. Dobbiamo fare di tutto per evitare il rischio di una grande carestia e di un disastro umanitario" ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

"Per questo aumenteremo il nostro aiuto umanitario per l'Afghanistan di 100 milioni di euro, parte di un nuovo pacchetto di sostegno per l'Afghanistan" ha dichiarato ancora Ursula von der Leyen.

martedì 14 settembre 2021

Giappone: in continuo aggiornamento il record del numero dei centenari

(Ansa)

In Giappone è in continuo aggiornamento il record del numero dei centenari: mai così tanti negli ultimi 50 anni, a quota 86.500, e con una netta prevalenza di donne. I dati resi noti dal ministero della Salute in occasione della festività che celebra il Rispetto per la Terza Età, il prossimo lunedì, mostrano un rialzo costante dall'inizio delle statistiche, a partire dal 1963, quando le persone con più di 100 anni di età erano appena 153.

Nello specifico l'88,4% sono donne, a quota 76.450, mentre gli uomini hanno registrato un aumento a 10.060 unità. I progressi della ricerca medica hanno fatto segnare una crescita significativa negli ultimi decenni, spiega il ministero, con le aspettative di vita che in Giappone sono le più alte al mondo per entrambe le identità di genere: 87,74 anni per le donne e 81,64 per gli uomini.

lunedì 13 settembre 2021

Corea del Nord: testato un nuovo missile da crociera a lungo raggio

(Ansa)

In Corea del Nord è stato testato, nel fine settimana, un nuovo "missile da crociera a lungo raggio", stando a quanto scrive l'agenzia Kcna di Pyongyang.

Vari lanci, precisa l'agenzia, sono stati compiuti sabato e domenica e sono stati osservati da autorità di alto livello. I test, aggiunge, hanno avuto "successo".

domenica 12 settembre 2021

Taiwan: il tifone Chanthu ha interrotto i collegamenti con forti piogge e alluvioni

(Ansa)

A Taiwan il tifone Chanthu ha interrotto, con forti venti e piogge, i collegamenti e ha provocato diffusi blackout, ma con meno danni di quelli attesi. Declassato da supertifone a tempesta tropicale, Chanthu ha colpito la costa orientale con la sua coda sfogando la sua forza in mare aperto.

Sull'est dell'isola sono caduti finora circa 200 millimetri di pioggia, ha fatto sapere il Centro meteo. Onde fino a sette metri sono state registrate sull'isola di Orchid, al largo della costa orientale di Taiwan. Un totale di 159 voli nazionali e internazionali sono stati cancellati a causa del tifone.

sabato 11 settembre 2021

Afghanistan: la compagnia aerea pachistana PIA sarà la prima a volare su Kabul

(Ansa)

Novità a Kabul: sarà la compagnia aerea pachistana PIA la prima a volare dopo l'ascesa dei talebani al potere in Afghanistan. Ad annunciarlo un portavoce della società, Abdullah Hafeez Khan. Il primo collegamento è previsto per lunedì prossimo da Islamabad.

"Abbiamo tutte le autorizzazioni tecniche per le operazioni aeree" ha detto il portavoce "Il nostro primo aereo commerciale, un Airbus A320, decollerà da Islamabad per Kabul il 13 settembre". Il portavoce ha spiegato che finora la compagnia ha "ricevuto 73 richieste" per il volo: "il che è molto incoraggiante", ha aggiunto sottolineando che molte delle richieste provengono da organizzazioni umanitarie e giornalisti che desiderano recarsi a Kabul.

venerdì 10 settembre 2021

Vietnam: riaprirà il mese prossimo ai turisti stranieri l'isola di Phu Quoc

(Ansa)

Novità in Vietnam: riaprirà il mese prossimo ai turisti stranieri l'isola di Phu Quoc, mentre il resto del Paese rimane chiuso ai visitatori a causa dell'emergenza Covid. A renderlo noto le autorità, secondo quanto riporta la Cnn.

L'isola, che si trova a 10 km dalla costa della Cambogia, rimarrà aperta per un periodo di prova di sei mesi e accoglierà i turisti stranieri a patto che siano completamente vaccinati e in possesso di un test anti Covid negativo.
Le autorità sanitarie, ha inoltre reso noto il ministero del Turismo, vaccineranno tutti i residenti dell'isola prima della riapertura.
A causa della pandemia, gli arrivi di turisti stranieri in Vietnam sono passati da 18 milioni nel 2019 - quando questo settore rappresentava quasi il 12% del pil nazionale - a 3,8 milioni l'anno scorso.

giovedì 9 settembre 2021

Afghanistan: collegamento a internet interrotto in diverse zone di Kabul

(Ansa)

In Afghanistan, il collegamento a internet è stato interrotto in diverse zone di Kabul. A riferirlo la Bbc, citando media locali.

Il giornalista afgano Bilal Sawary ha riferito su Twitter che diverse fonti nel settore delle telecomunicazioni gli hanno confermato che i Talebani hanno ordinato un blocco temporaneo della connessione via cellulare in vari quartieri della capitale, in concomitanza con le nuove proteste di stamani.

mercoledì 8 settembre 2021

Hong Kong: la polizia ha arrestato diversi attivisti dell'Alleanza

(Ansa)

Ad Hong Kong la polizia ha arrestato diversi attivisti dell'Alleanza di Hong Kong, il gruppo che per circa 30 anni ha promosso e organizzato la veglia in memoria dei fatti sanguinosi di Piazza Tienanmen, all'indomani del rifiuto dell'associazione di collaborare con un'indagine sulla sicurezza nazionale.

In una nota, l'Alleanza ha confermato che tre attivisti - Simon Leung, Sean Tang e Chan To-wai - sono stati arrestati, mentre un quarto, l'avvocato Chow Hang-tung, è stato portato via in manette dal suo ufficio dagli agenti. La polizia, secondo i media locali, non ha ancora confermato arresti e accuse.

martedì 7 settembre 2021

Ad Expo Dubai i modelli educativi all’avanguardia dell'Italia


DUBAI
– È uno degli eventi più attesi a livello mondiale. Rinviata di un anno a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19, Expo Dubai 2020 avrà luogo nella straordinaria cornice della città più onirica al mondo dall’1 di ottobre 2021 al 31 marzo 2022.

Con oltre 200 Paesi partecipanti, l’Esposizione Universale è la prima a tenersi nell’area ME.NA.SA. (Medio Oriente, Nord Africa, Asia meridionale).
Opportunità, Mobilità e Sostenibilità saranno i macro temi al centro dell’evento che per sei mesi trasformerà Dubai in una vetrina mondiale in cui i Paesi partecipanti presenteranno al mondo il meglio delle loro idee, progetti, modelli esemplari e innovativi nel campo delle infrastrutture materiali e immateriali.
Lo scopo è quello di agevolare a livello mondiale il dialogo, l’engagement e la cooperazione tra i Paesi.
L’Italia, con il suo padiglione tricolore, ispirata dal motto “La bellezza unisce le persone” è già stata protagonista dell’Esposizione Universale con dieci eventi digitali che hanno anticipato di un anno il confronto sui contenuti chiave dell’Expo.
Dagli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite all’Agrifood, dall’Aerospazio alla lotta per contrastare il cambiamento climatico e preservare la biodiversità. Dalla rigenerazione degli spazi urbani al dialogo interculturale e religioso per passare alle nuove connessioni e ad un nuovo modello nel campo dell’Education.

A Dubai i nuovi modelli educativi Made in Italy

Un focus di grande importanza tra i temi trattati dal padiglione Italia sarà quello sul tema Open Education Italy con le scuole d’istruzione superiore, gli istituti tecnici professionali, le Università, i centri di ricerca per delineare un nuovo panorama educativo, che raccolga le opportunità offerte dal crescente bisogno di nuovi modelli e livelli di istruzione richiesti oggi per professioni creative e culturali.
Tra gli protagonisti italiani dell’Education troviamo in prima linea all’interno dell’Expo Dubai 2020, Monica Perna, Direttore dell’Accademia The English Academy e creatrice della Masterclass Impara l’Inglese con Monica.
La English coach, originaria di Seveso, in provincia di Monza e Brianza, parteciperà all’Esposizione Universale nelle vesti di Team Member della AUGE International Consulting, l’impresa di alta formazione fondata nel 2018 con Francesco Iannello.
Tra le prime in Italia a compiere il passaggio dall’aula tradizionale a quella virtuale con un approccio multidisciplinare e tecnologico all’avanguardia, Monica Perna, insegnante di inglese originaria di Seveso in Brianza, è un’imprenditrice digitale di successo, e CEO di un’impresa che in due anni ha conquistato un ruolo rilevante nel settore dell’alta formazione linguistica a livello mondiale.
Le soluzioni formative proposte dalla Perna, infatti, oltre ad aver dato un contributo metodologico e scientifico all’insegnamento dell’inglese ed all’e-learning, sono oggi utilizzate da più di 700.000 studenti in tutto il mondo.
All’interno di Expo Dubai 2020, dove sono attesi in sei mesi circa 25 milioni di visitatori, Monica Perna si confronterà con un pubblico internazionale portando la propria testimonianza di ideatrice di un metodo di insegnamento della lingua inglese inizialmente pensato per gli italiani ma ben presto diffusosi tra studenti di tutto il mondo.
Il suo percorso professionale, intrapreso nel 2008 quando a Milano aveva fondato la sua accademia, l’ha condotta a Dubai. La città le ha permesso di crescere come imprenditrice circondata da un ambiente in fermento, qual è quello degli Emirati Arabi Uniti, che rappresentano ormai da anni il punto di incontro di imprenditori ambiziosi e visionari. Un ambiente stimolante e nuovo, culla della concezione futuristica dell’istruzione universitaria a livello mondiale.
Proprio l’educazione e l’istruzione saranno tra i temi cardine del programma italiano ad Expo Dubai. La piattaforma Open Education Italy affronterà appunto la tematica delle nuove professionalità richieste dal mondo del lavoro globale che necessita di figure sempre meno localizzate e sempre più connotate da competenze trasversali, skills multidisciplinari che non possono prescindere dalla conoscenza della lingua inglese.
"Connecting minds, creating the future, lo slogan di Expo Dubai che sintetizza mirabilmente lo spirito e la mission dell’evento, racchiude perfettamente anche il principio che ha ispirato il mio lavoro in questi lunghi anni di esperienza sul campo. Anni dedicati alla continua ricerca di un metodo nuovo di insegnamento che unisse esperienzialità ad una formula immersiva e immediatamente fruibile dai miei allievi, che potesse metterli in condizione di padroneggiare la lingua in 90 giorni". Così esordisce Monica Perna a pochi giorni dall’inizio di uno degli eventi più attesi a livello globale al quale tutto il team della sua impresa si prepara da mesi.

Ma qual’è il livello di competenza degli italiani nella conoscenza dell’inglese oggi?

"Gli italiani sono sempre più consapevoli dell’importanza della conoscenza della lingua inglese quale strumento indispensabile per una integrazione vera nello scenario globale – afferma la Perna – A confermarlo sono i risultati dell’importante report annuale "EF English Proficiency Index". L’indagine statistica rileva e analizza il livello di competenza della lingua inglese nel mondo, prendendo in considerazione 100 Paesi. Gli studi relativi al 2020 ci dicono che l’Italia si classifica al trentesimo posto con un livello medio di English Skills di tipo "Moderato". Sebbene non si tratti di un risultato eccellente, occorre notare che, rispetto all’anno precedente, l’Italia ha guadagnato ben 6 posizioni in classifica. Questo è un chiaro sintomo di presa di coscienza dell’importanza della lingua inglese non solo nell’ambito dei viaggi, ma anche nel settore lavorativo".

Quali sono gli obiettivi della partecipazione di Monica Perna ad Expo Dubai?

"Il mio programma nasce proprio per innovare la didattica di settore non solo nel metodo, ma anche attraverso l’uso di tool al passo con il progresso nel campo delle infrastrutture immateriali che tanto spazio ha tra i temi di Expo. Il mio desiderio più grande, e che oggi mi porta qui ad Expo Dubai, è quello di aiutare il mio paese a raggiungere livelli di istruzione che rendano l’Italia veramente competitiva nello scenario mondiale della conoscenza della lingua inglese".