Visualizzazione post con etichetta Tecnologia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Tecnologia. Mostra tutti i post

lunedì 21 settembre 2020

Cina: il governo limita le attività delle società estere

(Ansa)

In Cina il governo ha annunciato l'istituzione di un meccanismo che gli consentirà di limitare le attività delle società estere, una misura diffusamente percepita come una ritorsione nei confronti degli Stati Uniti dopo il bando di TikTok e WeChat deciso da Donald Trump. 

Per quel che riguarda l'annuncio, viene dal Dipartimento del Commercio cinese e, senza menzionare gli Stati Uniti, si rivolge alle società le cui attività "minano la sovranità nazionale della Cina e i suoi interessi di sicurezza e sviluppo".
L' annuncio arriva mentre gli Stati Uniti hanno vietato il download delle applicazioni TikTok e WeChat di proprietà dei colossi cinesi ByteDance e Tencent.

sabato 4 gennaio 2020

Asia: Mukesh Ambani lancia Jio Mart, una piattaforma di vendita online

Foto Ansa
Grandi novità in Asia: Mukesh Ambani, l'uomo più ricco del continente, proprietario della holding Reliance, ha annunciato in questi giorni il lancio della Jio Mart, una piattaforma per la vendita online di quasi 50mila prodotti alimentari, anche freschi, come frutta e verdura, e di drogheria. 
Per quel che riguarda la Jio Mart, servirà inizialmente le aree di Mumbai, Thane e Kalyan, nello stato del Maharastra, per estendersi gradualmente a tutto il paese, avvalendosi per le consegne, gratuite, della rete di negozi al dettaglio Reliance Retail, che oltre a migliaia di punti vendita, prevalentemente nel sud del paese, controlla vari mall e outlet del segmento del lusso, e distribuisce in India marchi come Hugo Boss e Burberry. La Jio Mart farà concorrenza ai due giganti che attualmente dominano le vendite online nel paese, Amazon e Flipkart, nata in India poi acquisita dalla Walmart.

sabato 28 dicembre 2019

Turchia: Wikipedia non sarà più censurata

Novità in Turchia: dopo oltre due anni e mezzo, Wikipedia non sarà più censurata. A dichiararlo è stato l'autorità di controllo delle tecnologie informatiche e di comunicazione (Btk), dopo che la Corte costituzionale di Ankara ha stabilito a maggioranza che il blocco dell'accesso al sito web viola la libertà d'espressione.

martedì 10 dicembre 2019

Cina: ordinata la rimozione dei computer e dei software esteri entro il 2022

Novità in Cina: è stata ordinata la rimozione "dei computer e dei software esteri entro il 2022". A dare la notizia il Financial Times che dà conto dell'"editto del governo cinese per spingere gli enti pubblici ad adottare kit nazionali", dando un "colpo ad Hp, Dell e Microsoft" in risposta al sabotaggio dell' amministrazione di Trump all'uso di tecnologia cinese negli Usa.
Pechino ha dunque disposto che tutte le istituzioni pubbliche e gli uffici che fanno capo al governo eliminino computer e software stranieri per sostenere lo sviluppo delle tecnologie domestiche con un piano graduale.

venerdì 11 ottobre 2019

Cina: anche Apple è nel mirino a causa della app HKmap.live

In Cina, anche Apple è nel mirino a causa della app HKmap.live disponibile a Hong Kong che traccia l'attività della polizia, nel mezzo delle proteste pro-democrazia che da quattro mesi stanno scuotendo la città.
"L'approvazione di Apple all'app ovviamente aiuta i ribelli" si legge in un commento del 'Quotidiano del Popolo', la voce del Partito Comunista cinese "Questo significa che intendeva essere complice dei rivoltosi?. Apple subirebbe conseguenze per la decisione imprudente e sconsiderata".

sabato 6 luglio 2019

Cina: app spia implementate negli smartphone dei turisti

"Fēng cǎi", traducibile come "Api che raccolgono il miele" è questa l’operazione segreta con cui la polizia cinese di frontiera installa l'applicazione negli smartphone dei turisti. Nello specifico consente ai servizi segreti cinesi di ottenere l'accesso remoto, ai contatti, alle e-mail e alle informazioni memorizzate sul cellulare, come le foto. L'installazione dell'applicazione avviene quando il turista, su richiesta della guardia di frontiera, dichiara la password per accedere al proprio dispositivo. Successivamente il telefonino viene portato in una stanza separata, apparentemente per dei controlli. L'inchiesta evidenzia che Fēng cǎi è stato rilevato solo sugli smartphone con il sistema operativo Android. Gli esperti di sicurezza informatica con cui hanno parlato i giornalisti sostengono che anche gli smartphone col sistema operativo iOS vengono portati in una stanza separata, dove possono essere collegati a dispositivi speciali e scannerizzati. Questi abusi avvengono da quando sono stati rafforzati i controlli al confine per entrare in Cina. Ora le guardie di frontiera hanno il diritto di controllare a propria discrezione i contenuti degli smartphone dei turisti e la cronologia delle chat come WhatsApp. Ufficialmente, viene giustificato con il fatto che le autorità cinesi vogliono accertare la veridicità degli obiettivi dichiarati all'arrivo. 
La Cina, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", attrae tantissimi turisti ogni anno e si tratta di una destinazione relativamente sicura. Pertanto, raccomanda ai nostri connazionali che si recano in questa nazione, semplicemente di rispettare le regole del buonsenso per non avere problemi.

mercoledì 12 giugno 2019

Giappone: la Fujifilm ripropone la vendita del rullino in bianco e nero

Grandi novità in Giappone: a poco meno di un anno dallo stop alle vendite del rullino in bianco e nero, l'azienda Fujifilm torna sui suoi passi e lo rimette sul mercato.

"La progressiva rivalutazione del bianco e nero" ha dichiarato l'azienda giapponese "è sostenuta dalla tendenza vintage sperimentata sempre più di frequente dagli appassionati di fotografia sulle piattaforme digitali. Abbiamo sperimentato un processo manifatturiero della pellicola più a buon mercato, in linea con la crescente domanda".

Lanciata nel 1936 dalla Fujifilm, la pellicola monocromatica diventò il prodotto di punta dell'azienda nipponica a cavallo degli anni Sessanta.

giovedì 23 maggio 2019

Cina. Xi Jinping: "Le terre rare sono una risorsa importante e strategica per la Cina"

"Le 'terre rare', ovvero i minerali poco diffusi in natura e alla base della tecnologia avanzata, sono una risorsa importante, strategica e non rinnovabile e la Cina deve fare sforzi per aumentare l'innovazione scientifica e tecnologica" ha dichiarato il presidente della Cina, Xi Jinping, in un discorso a Nanchang "La Cina deve migliorare la capacità d'innovazione autonoma in aree chiave. Solo con diritti di proprietà intellettuale e tecnologie di base indipendenti possiamo realizzare prodotti competitivi".

giovedì 4 aprile 2019

Sondaggi, fake news sconfitte per sempre: Consulcesi Tech lancia "Survey Chain" a Dubai

Migliaia di esperti dei settori della blockchain e del fintech hanno assistito con curiosità ed entusiasmo alla presentazione del progetto "Survey Chain", primo esempio di sondaggio condotto a livello mondiale attraverso l’applicazione della catena dei blocchi, una tecnologia capace di porre fine all’era delle rilevazioni "fake" che negli ultimi anni hanno messo in discussione la credibilità dei sondaggi.
Il progetto, messo a punto da Consulcesi Tech, azienda leader negli ambiti della blockchain e della cybersecurity, ha sorpreso i partecipanti della seconda edizione del "Future Blockchain Summit" di Dubai, la fiera più grande a livello globale in tema di tecnologia finanziaria. A questo link i risultati della rilevazione, secondo la quale la catena dei blocchi è destinata ad avere un impatto significativo soprattutto nei settori finanziario e sanitario: https://www.surveychain.tech/Home/Charts
Gli ospiti del summit - provenienti da tutto il mondo – hanno avuto modo di scoprire che, con un semplice smartphone, è possibile certificare i sondaggi attraverso l’individuazione delle fasi rilevanti. Trasparente e rivoluzionario il meccanismo che è alla base del processo. La rete pubblica Blockchain ethereum, sicura e immutabile, garantisce l’archiviazione delle risposte in spazi di Storage in Cloud con una firma univoca che viene trascritta su Blockchain rendendo i risultati inalterabili, con data certa e verificabili in qualsiasi momento. In questo modo è possibile conoscere non soltanto i campioni di voto sui quali è stata svolta l’indagine statistica ma anche l’intera filiera di distribuzione, consentendo ai media di usufruire di una divulgazione certificata e trasparente. Un modello già sperimentato in real time in Italia e che ha conquistato anche gli ospiti della città riconosciuta da tutti come primo grande esempio di Smart City.
In questi giorni tutto il mondo guarda all’Europa con il fiato sospeso per conoscere l'esito delle trattative in corso per l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea. Proprio il referendum sulla Brexit rappresenta il caso d’uso ideale per spiegare i vantaggi offerti dalla "Survey Chain", che se fosse stata applicata al momento del voto avrebbe svelato in anticipo la volontà degli elettori che nel giugno 2016 optarono per il ‘leave’ piuttosto che per il ‘remain’ pronosticato dalla quasi totalità dei sondaggisti. 
"È un nuovo paradigma tecnologico" spiega Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi Tech "destinato a migliorare sensibilmente la qualità del dibattito politico. Nell’epoca del web ormai fake news, post truth ed hate speech rappresentano distorsioni considerate socialmente pericolose ma praticamente inevitabili. Invece con la blockchain è possibile compiere un ulteriore passo avanti nella democratizzazione dell’informazione grazie a sondaggi certi e immutabili che – ha proseguito – restituiscono fiducia al cittadino-elettore".
Tortorella rivela che "a margine dell’intervento numerosi partecipanti si sono congratulati per il potenziale dirompente della 'Survey Chain', chiedendo ulteriori informazioni riguardo ai numerosi campi di applicazione del progetto. Un interesse diffuso che – conclude – conferma la nostra convinzione: la blockchain è qui per rimanere".
Nel corso dell’evento è stata ufficializzata la partnership tra Consulcesi Tech e DigitalBliz, società leader nel settore fintech.

mercoledì 6 giugno 2018

Camera Comm.Giappone: turbo-charging revenue growth in the digital age

MILANO - Per ottenere il massimo dall'attuale crescita economica in Giappone, i leader B2B di successo stanno cambiando drasticamente il modo di condurre le loro operazioni sales. L'apporto delle tecnologie digitali ed una precisa organizzazione e motivazione del team di vendite sono elementi necessari per incrementare costantemente il fatturato ed essere competitivi. La discussione, condotta da Henri Guedeney, Federico Salvitti e Carlo La Porta, verterà sui seguenti punti d'interesse:

1. Come le tecniche di marketing digitale rendono le operazioni di vendita più semplici ed efficaci
2. Come la lead generation sta rivoluzionando il modo di targhetizzare potenziali clienti
3. Come le aziende possono motivare maggiormente i team di vendite integrandoli in organizzazioni più grandi

Si inizierà con una breve introduzione sulle ultime strategie digitali di maggior successo e la loro applicazione reale, fornendo ai partecipanti validi esempi su come poterle utilizzare sin da subito, per poi passare ad una discussione più ampia che coinvolgerà tutti i presenti.

DETTAGLI

Formato: Colazione Business
Data: 29 giugno, 2018 (venerdì)
Orario: 7:30-9:30 am
Dove: Tokyo American Club, Brooklyn 2&3 (B2F)
Indirizzo: 2-1-2 Azabudai, Minato-ku, Tokyo
Quota d'iscrizione: Soci ICCJ 3.900 Yen (+VAT 8%)                                 
                             Non soci 7.300 Yen (+VAT 8%)
Termine ultimo per registrazioni/cancellazioni: 26 giugno, 2018 (martedì), 12:00

Per maggiori informazioni: projects@iccj.or.jp

lunedì 2 aprile 2018

Rientrata prima stazione spaziale cinese

(Cmse)
E' rientrata sull'Oceano Pacifico senza alcun intoppo la stazione spaziale cinese Tiangong 1. A renderlo noto il Joint Force Space Component Command (Jfscc) del Comando strategico degli Stati Uniti.

(Fraunhofer Institute)
Il rientro nell'atmosfera della stazione è avvenuto alle 2:16 italiane sul Pacifico meridionale, secondo i dati rilevati dalla rete di Sorveglianza spaziale che fa capo al Comando strategico Usa e grazie al coordinamento con la sorveglianza attiva in altri Paesi, come l'Italia, accanto a Canada, Australia, Francia, Germania, Regno Unito, Giappone e Corea del Sud.

La prima stazione spaziale cinese ha concluso così la sua storia, dopo avere trascorso in orbita 2.375 giorni e 21 ore.

venerdì 25 agosto 2017

Cinque anni all'erede dell'impero Samsung

SEUL - Lee Jae-yong, leader ed erede della famiglia fondatrice del gruppo Samsung, è stato condannato a cinque anni di reclusione per le accuse di corruzione ed altri reati. Il 49enne è stato riconosciuto colpevole di corruzione, appropriazione indebita e altri reati, oltre che di falsa testimonianza. La Procura sudcoreana aveva chiesto una condanna a 12 anni di reclusione.

Lee era imputato per corruzione dinanzi alla Corte centrale distrettuale di Seul, nell'ambito dello scandalo che ha portato all'impeachment e poi all'arresto dell'ex presidente della Repubblica Park Geun-hye.

Il manager, arrestato a febbraio, avrebbe promesso o versato 43,3 miliardi di won (38,3 milioni di dollari) a Choi Soon-sil, la confidente di Park, al fine di ottenere il sostegno del fondo pensione pubblico al piano di riassetto intragruppo.

martedì 12 aprile 2016

In Giappone si pagherà con le impronte digitali


di ANDREA ZENI - Dite addio ai pagamenti con contanti o carte di credito, perchè la rivoluzione è già in atto. Il The Japan News annuncia che, a partire dalla prossima estate, il Giappone adotterà un metodo di pagamento basato sull'utilizzo delle impronte digitali. Una vera innovazione tecnologica che riguarderà soprattutto i turisti. Una volta giunti in aeroporto, i viaggiatori potranno registrare i propri dati e le proprie impronte, così da abbandonare portafogli e carte di credito, utilizzando come unico metodo di pagamento le proprie dita. Un metodo rapido e sicuro, utilizzabile in circa 300 esercizi commerciali, fra cui prevalentemente alberghi, ristoranti e negozi per turisti.

sabato 2 maggio 2015

Presentato a Pechino robot con sembianze umane



di Andrea Zeni - È stato esposto a Pechino un robot umanoide in grado di assumere diverse espressioni del volto e capace di interagire realmente con gli esseri umani. Il robot è stato battezzato Yangyang ed è stato prodotto dall'azienda cinese Yangyang Intelligent Robot Science. 


Al progetto dell'umanoide ha anche collaborato il giapponese Hiroshi Ishiguro, docente presso il Dipartimento di Macchine adattive dell'Università di Osaka. La Yangyang Intelligent Robot Science ha scelto di esporre il prototipo al Global Moble Internet Conference svoltosi a Pechino in modo da diffondere la robotica anche all'interno di un pubblico più giovane.

(foto: Reuters)

martedì 24 febbraio 2015

Cina: pubblicità tutta curve per Nokia


 di Antonio Gianseni - Fa scalpore la sensuale campagna pubblicitaria promossa da Nokia, in Cina, per far conoscere il suo nuovo tablet N1. Quella in foto non è certo pubblicità da rivista, si tratta - infatti - di veri e propri cartelloni pubblicitari che sono stati allestiti per tutta la Repubblica Popolare Cinese.


Le pose assunte dalla modella scelta come testimonial per il tablet non si preoccupano di nascondere curve sinuose e un provocante décolleté, che attira senza freno gli sguardi di passanti e automobilisti asiatici. Nonostante il prodotto sia ben poco mostrato e lo stesso marchio Nokia non sia ben messo in evidenza dagli scatti, il nuovo tablet N1 ha già registrato il tutto esaurito.

mercoledì 11 febbraio 2015

Corea del Sud: aspirapolvere le risucchia i capelli


di Andrea Zeni - Era, come di consueto, distesa sul pavimento della sua abitazione per schiacciare un pisolino, quando improvvisamente il robot aspirapolvere ha iniziato a risucchiarle i capelli. L'episodio è accaduto a Changwon, in Corea del Sud, dove una donna di 52 anni ha dovuto ricorrere all'aiuto dei vigili del fuoco per liberarsi dal dispositivo acquistato per sbrigare le faccende domestiche. A salvarla sono stati anche i paramedici accorsi sul posto, che però non hanno rinvenuto lesioni gravi sulla donna.

mercoledì 4 febbraio 2015

Taiwan, legge no-tablet per i più piccoli


di Vito Ferri - La nuova legge anti-tablet arriva da Taiwan. Ogni giorno vediamo sempre più bambini trascorrere il proprio tempo utilizzando tablet e cellulari, a sfavore dei vecchi e cari giochi all'aria aperta. Come fare, però, se il tempo speso davanti agli schermi supera i limiti previsti? In Italia non vi è ancora un'apposita normativa vigente, ma ad aprire la strada in tal senso è stato il Parlamento taiwanese. Da oggi, infatti, le autorità possono ritenere responsabili i genitori dell'abuso di utilizzo degli apparecchi elettronici da parte dei propri figli. La notizia è riportata dal Time e pare che obiettivo principale del provvedimento - intitolato “Child and Youth Welfare and Protection Act” - sia preservare i più piccoli da attività che possano arrecare danni alla loro salute. Dedicare molte ore all'uso di dispositivi elettronici può causare forti disturbi fisici e mentali come produrre effetti negativi su sonno, emotività e apprendimento. Da oggi, i genitori che non controlleranno i propri figli in tal senso saranno punibili con multe fino a 1600 dollari.

sabato 3 gennaio 2015

India: arriva app anti-stupro



di Antonio Gianseni -
Una nuova app è stata presentata dalla polizia indiana a New Delhi per contribuire alla sicurezza delle donne in città.
In risposta alle recenti e numerose aggressioni sessuali è stata progettata Himmat (trad. coraggio), applicazione per smartphone che -una volta scaricata - consentirà di chiamare direttamente la polizia attivando in automatico trenta secondi di registrazioni audio e video.

Il prodotto è gratuito ed è stato illustrato alla stampa dal ministro dell'Interno Rajnath Singh.