Visualizzazione post con etichetta Vietnam. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Vietnam. Mostra tutti i post

mercoledì 16 ottobre 2019

Vietnam: ritirato dalle sale il film di animazione "Il piccolo yeti"

In Vietman le autorità hanno ritirato dalle sale il film di animazione "Il piccolo yeti", coproduzione congiunta dell'americana DreamWorks e uno studio cinese, per una scena del film in cui compare una mappa del Mar cinese meridionale con la "linea a nove tratti" che la Cina ha tracciato per rivendicare la quasi totalità di uno spazio di mare conteso tra diversi Paesi, tra cui il Vietnam. 
A riferirlo sono stati i media statali di Hanoi. Dallo scorso luglio, quando una nave cinese è entrata in quelle che il Vietnam considera sue acque territoriali per esplorare potenziali risorse di idrocarburi, la disputa con la Cina è tornata a essere un tema caldo nel Paese.

venerdì 10 novembre 2017

Trump in Vietnam, con Putin al vertice Apec

DA NANG - Donald Trump è atterrato a Da Nang, in Vietnam. E' la quarta tappa del suo lungo viaggio asiatico. Nella città vietnamita, il presidente statunitense parteciperà al summit Apec (Asia-Pacific Economic Cooperation) con gli altri leader regionali, tra cui il presidente russo, Vladimir Putin, con cui non è previsto un vertice formale. Ma il Cremlino ha annunciato ieri che i due leader avranno un colloquio.

Per la giornata di domani invece è previsto un vertice bilaterale con il presidente vietnamita, Tran Dai Quang. Il presidente Usa ha concluso la visita in Cina nella mattina di oggi: Pechino è stata la terza tappa della missione in Asia del presidente Usa, che da domenica a oggi è stato in Giappone, Corea del Sud e Cina, dove ha discusso con i leader dell'Asia orientale delle tensioni con la Corea del Nord e degli squilibri commerciali a svantaggio degli Stati Uniti con i partner regionali. 

giovedì 12 ottobre 2017

Vietnam, alluvioni e frane: 37 morti

(ANSA/EPA)
Ore di dramma in Vietnam, dove delle alluvioni hanno stroncato la vita di 37 morti con almeno 40 dispersi. I fenomeni hanno provocato frane nel Nord e nel centro del Paese. La provincia settentrionale di Hoa Binh è la più colpita: si contano in quel territorio 11 morti e 21 dispersi. Diciotto persone sono state sepolte da una frana, e solo 5 sono i cadaveri finora recuperati.

A perdere la vita anche un giornalista dell'agenzia di stampa Vietnam News Agency, trascinato via dalla piena di un fiume che ha travolto un ponte nella provincia di Yen Bai. Il governo ha mobilitato l'esercito. Almeno 400 millimetri di pioggia sono caduti sul Nord del Vietnam da domenica.

sabato 22 luglio 2017

"Veleni nelle verdure asiatiche": Svizzera pronta a bandirle

ZURIGO - L'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria ha lanciato una vera e propria allerta mettendo in guardia i consumatori: le verdure provenienti dall'Asia conterrebbero un vero cocktail di veleni.

Una notizia ripresa dalla stampa elvetica che stando ai dati raccolti e pubblicati in data di ieri, avrebbe rilanciato l’allarme secondo cui, anche nel 2016, quasi un terzo dei campioni controllati alle frontiere svizzere presentava un tenore troppo elevato in pesticidi. Particolarmente critici sono risultati i prodotti provenienti dalla Thailandia e dal Vietnam, come il coriandolo e il peperoncino.

Già precedenti analisi di questo tipo avevano mostrato tassi elevati, compresi tra il 20 e il 53% in eccesso rispetto le soglie di tollerabilità.

domenica 27 novembre 2016

Vietnam: sequestrati 600 chili di avorio


di Andrea Stano - Maxi sequestro in Vietnam, nel porto di Ho Chi Minh, dove le autorità hanno scoperto più di 600 chili di avorio illegalmente importato dall'Africa. Questo carico va a sommarsi alle 4 tonnellate già sequestrate negli ultimi mesi nello stesso porto.

Il carico di avorio era nascosto in due container e, per sfuggire ai controlli dei metal detector, era stato avvolto nella cera e inserito in tronchi cavi.

mercoledì 21 ottobre 2015

Torna il Festival dell'Oriente. Tra le novità anche il coloratissimo Holi Festival


di Pierpaolo De Natale - Torna a grande richiesta il Festival dell'Oriente, una fiera interamente dedicata all'arte, alla tradizione e alla cultura asiatica. Vietnam, Cina, Thailandia, Giappone, Malesia, Tibet, Sri Lanka, passeggiare per gli stand del Festival sarà come viaggiare alla scoperta del continente più ricco e colorato del mondo. Anche in questa edizione - che si terrà a Padova nei mesi di novembre e dicembre - sono riconfermate grandi aree tematiche e tante attività che coinvolgeranno i visitatori. 

Bazar e stand commerciali consentiranno di acquistare oggetti frutto dello stile orientale, mentre angoli di gastronomia tipica permetteranno di deliziare le papille gustative assaporando tante varietà di cibi. Ancora una volta, il programma del Festival dell'Oriente prevede cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, concerti, danze e lezioni aperte di arti marziali. Le giornate saranno inoltre arricchite da interessanti mostre fotografiche e da seminari e incontri sulle culture dell'Asia.

In attesa che i battenti di Padova Fiere siano riaperti, abbiamo incontrato la dott. ssa Valentina Nobili, responsabile dell'Ufficio Stampa del Festival.


Quali novità sono previste per questa attesissima edizione che avrà luogo a Padova?
Questa seconda edizione di Padova sarà ricca di molte, coinvolgenti novità. A partire dal settore "Salute e Benessere: da Oriente a Occidente", completamente dedicato al mondo olistico con molte attività ed esperienze interattive; al divertentissimo "Holi Festival", la festa del colore di tradizione Indiana reinterpretata dal Festival dell'Oriente in chiave Bollywood, che si terrà nell'area esterna dei padiglioni nelle tre giornate di domenica 29 novembre, domenica 6 dicembre e domenica 13 dicembre; ed ancora moltissime affascinanti mostre di abiti tradizionali, di splendide statue, di strutture tipiche dell'architettura Orientale; un'area appositamente dedicata ai bambini con l'animazione della simpatica mascotte Kung Fu Panda; molte aree culturali dedicate ai vari paesi d'Oriente dove assistere e provare in prima persona cerimonie tradizionali ed attività folkloristiche; e tantissime altre.


Alla luce dell'esperienza maturata in questi anni, quale crede che sia lo stand che riscuote maggior successo tra i visitatori?
Indubbiamente riscuotono molto successo i vari ristoranti etnici presenti all'interno del Festival, che per tutto il giorno propongono piatti e prelibatezze della tradizione gastronomica Orientale. Il pubblico potrà trovare punti ristoro per tutti i gusti e sperimentare molte cucine tipiche: dalle più conosciute e diffuse, come la cucina Cinese o Giapponese, sino a quelle più insolite e particolari, come la cucina Indonesiana o dello Sri Lanka.

Il Festival d'Oriente concluderà il 2015 a Padova, ma quali sono le tappe previste per l'anno prossimo?
Per il 2016 è previsto un ricco calendario di eventi, che toccherà le principali città di tutta Italia. Solo per citarne alcune, il Festival dell'Oriente sarà nei primi mesi del prossimo anno a Bologna, Torino, Roma e Milano. Maggiori informazioni in merito si potranno trovare seguendo l'evento sul sito ufficiale festivaldelloriente.net e sulla pagina Facebook Festival dell'Oriente.

martedì 7 luglio 2015

Insalata di frutta e verdure vietnamita

Ingredienti

  • Lattuga croccante, 1 cespuglio
  • Cetriolo, 1 piccolo (o mezzo se grande)
  • Carote, 2
  • Carambole non mature, 2 (o frutti a vostro piacimento)
  • Papaia Soda, 1
  • Germogli di soia, 200 g
  • Banane verdi, 2
  • Menta Fresca, 1 mazzetto
  • Basilico, 1 mazzetto
  • Lime, 2
  • Olio di semi, 4 cucchiai
  • Sale, q.b.

Preparazione

  1. Pulire, lavare, asciugare e affettare lattuga, cetrioli, carote e germogli di soia, tenendo le foglie di lattuga da un lato per poter usarle come involucri
  2. Pulire papaia e banane, affettarle e spruzzarle col succo di uno dei lime
  3. Emulsionare in una ciotola il succo dell'altro lime, l'olio e poco sale
  4. Versare questo condimento nell'insalata e decorare con basilico e menta tritate

domenica 5 luglio 2015

Cina costruisce pista d'atterraggio su isola contesa

foto: Ansa
di Antonio Gianseni - Secondo alcune foto aeree scattate da un satellite e diffuse dal Centre for Strategic and International Studies di Washington, la Cina avrebbe conquistato terreno sul territorio conteso con Filippine, Taiwan e Vietnam. 

Osservando le immagini catturate, pare che la Cina abbia costruito una pista d'atterraggio lunga tre chilometri proprio su una delle isole Spratili, nel Mar della Cina Meridionale. Secondo il Csis di Washington, quasi tutti gli aerei militari cinesi possono atterrare su questa nuova pista.

venerdì 1 maggio 2015

SPECIALE EXPO 2015. Alla scoperta dei padiglioni dell'Asia


di Pierpaolo De Natale - Parte oggi, venerdì primo maggio, Expo Milano 2015: l'Esposizione Universale che fino al 31 ottobre farà dell'Italia la sede del più grande evento mai realizzato in tema di alimentazione e nutrizione. 


L'area espositiva si estende su 1,1 milioni di metri quadrati ed ospita i padiglioni di 140 Paesi e Organizzazioni internazionali. Sono 20 milioni i visitatori attesi provenienti da tutto il mondo e noi di Asia Notizie abbiamo scelto di passeggiare per le strade della grande Esposizione Universale alla scoperta dei padiglioni che più ci interessano da vicino, quelli dei panorami d'Oriente.

  • Bangladesh. Tema: "Sostenibilità nella produzione di riso, per una vita migliore in un’era di cambiamenti climatici". In questo padiglione si potranno osservare tutte le varietà di riso sviluppate dal Bangladesh Rice Research Institute per favorire l'adattamento di questo cereale, da tempi immemori coltivato in questo Paese, ai cambiamenti climatici.
  • Cambogia. Tema: "Il riso, coltura di una terra dalla forte eredità culturale". Anche qui protagonista della mostra è il riso. Tra i maggiori produttori asiatici di riso, la Cambogia per Expo 2015 si fa portatrice delle tecnologie di gestione dei raccolti agricoli, dei sistemi di irrigazione e della catena distributiva del cibo, approfondendone gli aspetti che si intrecciano con la natura.
  • Cina. Tema: "Terra di speranza, cibo per la vita". Il percorso del padiglione cinese si articola lungo tre canali. "Il dono della natura", che mostra il percorso del raccolto secondo il calendario cinese lunisolare e i cinque colori del suolo, "Cibo per la vita", che illustra il percorso della produzione del cibo, la coltura del tè e le Otto famose scuole di cucina cinese, e - infine - "Tecnologia e futuro", che documenta i progressi scientifici del Paese, tra cui il riso ibrido del prof. Y. Longping.
  • Emirati Arabi Uniti. Tema: “Cibo per la mente - Delineare e condividere il futuro”. Il padiglione presenta una struttura architettonica che richiama sia le stradine degli insediamenti storici fortificati degli Emirati che le sue dune sabbiose. Al suo interno si esplorano le sfide per la nutrizione del pianeta in relazione ai temi della terra, del cibo, dell'energia e dell'acqua, presentando anche alcune soluzioni innovative trovate dal Paese.
  • Giappone. Tema: "Diversità armoniosa". Il Giappone ha scelto di proporre la propria dieta alimentare a base di riso, pesce crudo e verdure come modello di alimentazione equilibrata per far fronte a fame, ecologia e obesità. Il padiglione è stato realizzato con legno e bambù, seguendo una struttura tipica delle abitazioni di Kyoto e arricchendo gli ambienti con importanti tecnologie informatiche e sistemi per il risparmio energetico.
  • Kazakistan. Tema: "La terra delle opportunità". In questo padiglione, i Kazaki mirano a sensibilizzare i visitatori verso lo sviluppo sostenibile e la tutela delle risorse agricole.
  • Malaysia. Tema: "Verso un ecosistema alimentare sostenibile". Il padiglione è ispirato alla struttura di un seme della foresta pluviale e al suo interno affronta il concetto dell'agricoltura sostenibile come strumento di lotta alla povertà.
  • Nepal. Tema: "La sicurezza alimentare e la sostenibilità per lo sviluppo". Cardine del concept nepalese è l'agricoltura di montagna con i suoi metodi naturali, i terrazzamenti e la biodiversità. L'architettura dell'edificio richiama il mandala, diagramma geometrico che richiama il cerchio della vita.
  • Oman. Tema: "L’eredità nei raccolti". A seguito della sua posizione geografica il Sultanato di Oman fa ruotare l'intera produzione alimentare intorno all'acqua, bene di grande importanza nelle sue zone aride e secche. Ad Expo 2015, gli Omaniti mostrano le loro tecniche di gestione delle risorse idriche ed offrono una piacevole passeggiata all'interno di un giardino suddiviso in tre aree dedicate a sole, sabbia e mare.
  • Qatar. Tema: "Seminare sostenibilità, soluzioni innovative per un cibo sostenibile". Nel suo padiglione, questo Paese caratterizzato da lunghe distese sabbiose fa conoscere al mondo la propria opera di promozione dello sport e della ricerca scientifica per una responsabile gestione dell'acqua.
  • Repubblica di Corea. Tema: “Sei ciò che mangi”. In un edificio che ricorda il Moon Jar, vaso in ceramica tipicamente coreano, la Corea del Sud guarda al futuro, interpretando le proprie pratiche culinarie come metodi per risolvere le imminenti sfide di alimentazione che riguarderanno l'umanità.
  • Sri Lanka. Tema: "Un paradiso verde". Questo Paese, luogo in cui vive il più antico esemplare di Ficus Religiosa - risalente al III sec. a. c. - partecipa ad Expo 2015 per dare importanza agli aromi, ai loro valori e alle loro straordinarie proprietà medicinali.

  • Thailandia. Tema: "Nutrire e deliziare il mondo in modo sostenibile". Il percorso si muove su quattro strade che offrono ai visitatori sensazionali show acrobatici, esempi del lavoro dei contadini thailandesi ed esperienze per avvicinarsi alla cucina tipica del Paese.
  • Timor - Leste. Tema: "Il Racconto del Coltivatore di Caffè timorese". In questo padiglione i visitatori possono conoscere la storia di questo Paese come coltivatore di caffè che ha dovuto sopportare gli effetti della colonizzazione e la competizione internazionali dei grandi produttori. Nello stand è possibile assaggiare le diverse varietà di caffè e conoscere le partnership del Timor-Leste.
  • Uzbekistan. Tema: "Il sapore del sole". Questo Paese si colloca all'interno del cluster Frutta e Legumi. Una parte della sua esposizione è dedicata alla mostra ortofrutticola, mentre la restante è riservata ai vini, dal momento che l'Uzbekistan è il principale coltivatore d'uva dell'Asia centrale.
  • Turkmenistan. Tema: “Acqua è vita”. Focus dello stand sono gli investimenti messi in atto per valorizzare le infrastrutture agricole di questo Stato, i cui obiettivi futuri sono la sostenibilità, la tutela ambientale e il risparmio nei consumi idrici.
  • Vietnam. Tema: "Acqua e fior di loto". Il padiglione esalta la cucina vietnamita, esponendone i prodotti tipici: riso, caffè, pepe, frutta secca e frutti di mare. Nello spazio commerciale è possibile acquistare manufatti unici realizzati in bambù, legno, porcellana e tessuto, ed assaggiare piatti tipici del Vietnam, la maggior parte dei quali conditi con uno dei più importanti ingredienti della cucina di questo Paese: il fiore di loto.


 (foto: Expo2015)




mercoledì 29 ottobre 2014

Autogrill cresce in Asia




di Pierpaolo De Natale - L'HMSHost International, società facente parte di Autogrill s. p. a. , si è aggiudicata una nuova concessione per un periodo di 5 anni nello scalo di Bali-Ngurah Rai, in Indonesia.
L'accordo prevede la costruzione di cinque nuovi locali, i cui introiti previsti si aggirano sui 25 milioni di euro.
In Vietnam,  seguito di un accordo siglato nel 2013, la società ha avviato l'apertura di 27 punti vendita negli aeroporti internazionali di Ho Chi Minn, Hanoi e Nha Trang e i nuovi locali produrranno guadagni per 160 milioni di euro in dieci anni.

"Con le nuove aperture in Vietnam e Indonesia, il gruppo accelera il percorso di sviluppo nell'area del sud-est asiatico, dove la società ha stabilito solide partnership con i principali operatori locali nel settore della ristorazione aeroportuale", ha dichiarato Walter Seib, ceo di HMSHost International. 

Infine in Indonesia, la società si è aggiudicata 5 nuovi spazi commerciali nel terminal dedicato ai voli nazionali di Bali-Ngurah Rai.

Questi store si aggiungono ai 16 punti vendita annunciati lo scorso novembre. A Bali Autogrill porterà un'offerta di ristorazione completa, con brand globali e locali, tra cui Tri Datu, The Coffee Club, All About Chocolate e House of Beans.  

lunedì 20 ottobre 2014

Carrara, Festival dell'Oriente




di Pierpaolo De Natale - La magia dell'Oriente approda in Italia. Sono tre giornate uniche ed imperdibili quelle che sono state organizzate presso il complesso fieristico Carrarafiere. 31 ottobre, 1 e 2 novembre: Carrara. Dopo il successo e i numerosi consensi raccolti dalla sesta e settima edizione - avute luogo a Milano e Roma - il favoloso "Festival dell'Oriente" torna in Italia. 
Nessuno ha badato a spese per questa ottava edizione. Mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folklorisitici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari paesi, in un continuo ed avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni. 
Un evento unico per tutti gli amanti dell'Asia e per tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla strabiliante e ricca cultura orientale.
Interagisci e sperimenta gratuitamente decine di terapie tradizionali, visita il settore dedicato alla salute e al benessere con i suoi padiglioni dedicati alle terapie olistiche le discipline bionaturali,lo yoga, ayurvedica, fiori di bach, theta healing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, ci kung, tai chi chuan, shiatsu, tuina, bio musica, rebirthing, integrazione posturale, e molte altre ancora.
La lista di Paesi che prenderanno parte all'evento è infinita. India, Cina, Giappone, Thailandia, Indonesia, Filippine, Malesia,Vietnam, Mongolia, Nepal, Birmania, Cambogia e ancora tanti altre nazioni vi aspettano nei loro stand, per trasmettervi la millenaria tradizione delle patrie di Ghandi, Gengis Khan, Osho e Lao Tzi. 

Per maggiori informazioni sull'evento è possibile consultare il sito www.festivaldelloriente.it e - per coloro che sono curiosi di sapere cosa riserverà questa fantastica ottava edizione del Festival - è disponibile un'anteprima in questo video.

venerdì 10 ottobre 2014

Vietnam, "Indipendenza, Libertà, Felicità" (FOTOGALLERY)









sabato 6 settembre 2014

Bando per imprenditoria Ue-Asia



di Pierpaolo De Natale - Pubblicato dall'Unione Europea il bando di gara per una piattaforma di coordinamento per l'internazionalizzazione della comunità imprenditoriale Ue in Asia.
Questi i Paesi coinvolti nel progetto: Cambogia, Cina, India, Indonesia, Laos, Malaysia,
Myanmar/Birmania, Filippine, Singapore, Thailandia, Vietnam; 1.300.000 euro, invece, la somma stanziata.

Obiettivo dell'operazione è creare una piattaforma con fondamenta in Ue ed Asia, per rafforzare la cooperazione fra le iniziative finanziate, per riunire i prestatori di servizi di sostegno alle imprese e per rafforzare i legami tra le iniziative delle parti interessate della comunità imprenditoriale europea Asia, per accedere ai mercati asiatici o sviluppare attività in tali mercati.

Il contraente svilupperà gli strumenti informatici che sono alla base della piattaforma e ne garantirà la manutenzione, terrà viva la piattaforma tramite una stretta e continua interazione tra gli interessati.

Il contraente dovrà essere una parte terza e non un membro della piattaforma o parte interessata, onde evitare conflitti d'interessi e i consorzi interessati potranno presentare domanda per la candidatura entro il 2 ottobre, seguendo le istruzioni disponibili al seguente link: Contract Notice